Lo scrittore Carlo Lucarelli succede a Sergio Zavoli; la Fondazione è una realtà unica in Italia: in dieci anni aiutate oltre 500 persone

EMILIA ROMAGNA | Carlo Lucarelli è stato eletto nuovo Presidente della Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati. Il suo predecessore, Sergio Zavoli, era in carica dall’istituzione della Fondazione, nell’ottobre 2004. Si tratta di una realtà unica nel suo genere, con oltre 281 istanze raccolte in dieci anni di attività e 2 milioni di euro erogati nell’aiuto di oltre 500 persone

Per il 2017 sono già dieci le istanze di aiuto formali presentate alla Fondazione, tra cui due dal sindaco di Rimini, Andrea Gnassi: una, già accolta per Gessica Notaro, la giovane sfregiata con l’acido il 10 gennaio scorso; l’altra per Emmanuel Nnumani, il richiedente asilo nigeriano aggredito a coltellate e poi travolto dall’auto il 22 marzo a Marina Centro da una persona affetta da gravi problemi psichici.

La fondazione

Omicidi, femminicidi, violenze sessuali, rapine particolarmente efferate. Quando i riflettori si spengono, chi ha subito direttamente, e molto spesso anche i familiari, si trova ad affrontare svariate necessità: l’affitto o il mutuo per una nuova abitazione per fuggire dallo stalker, gli studi, le cure mediche, o psicoterapeutiche. È qui che entra in scena la Fondazione emiliano-romagnola per le vittime dei reati, istituita dalla Regione con l’appoggio dei Comuni capoluogo e delle Province. Allertata dal Sindaco del luogo dove il fatto è accaduto, la Fondazione stabilisce in tempi brevi l’ammissibilità delle istanze e assegna un contributo in denaro che rende possibili interventi mirati.

Dal 2005 ad oggi sono state aiutate 561 persone. I fondi spesi superano i 2 milioni di euro281 le istanze accolte, circa 30 ogni anno, 364 le persone che hanno ricevuto un aiuto come “vittime dirette”, di cui 247 di sesso femminile e 117 di sesso maschile; sul totale, si è trattato di 264 adulti e 100 minori. Lo scorso anno la Regione ha scelto di consolidare il proprio impegno a favore della Fondazione: sono stati stanziati complessivamente 140mila euro. Per la prima volta, lo scorso anno, ci sono stati interventi nelle scuole e con i cittadini attraverso il teatro, seminari pubblici anche in ambito universitario. 

 

© riproduzione riservata

Pomodoro, l’Emilia Romagna da record; siamo la Regione più produttiva