Un doodle di Google per ricordare il 125 anniversario della nascita di Eugenio Montale. L’autore di “Ossi di Seppia“, tra i massimi poeti italiani del Novecento, fissò i termini di una poetica del negativo in cui il “male di vivere” si esprime attraverso la corrosione dell’Io lirico tradizionale e del suo linguaggio. Premio Nobel per la letteratura, nato a Genova il 12 ottobre 1896, fu anche giornalista, scrittore, filosofo e critico letterario.