saldi

Dopo il ‘fischio d’inizio’ del 5 gennaio, stiamo per entrare nel primo fine settimana di saldi anche a Parma. Appena conclusa l’abbuffata delle festività, anche dal punto di vista degli acquisti per i regali, siamo quindi al momento più atteso dai commercianti e dai consumatori. Come ogni anno, U.Di.Con. Emilia-Romagna elenca le principali regole da seguire per non rimanere vittima di trucchi e tranelli: 

  • Controllare il cartellino: prestare attenzione al fatto che sia ben esposto il prezzo di vendita non scontato, la percentuale di sconto e il prezzo finale del prodotto.
  • Gli articoli in saldo devono appartenere alla stagione che sta finendo: non possono essere residui di magazzino, che andrebbero venduti a prezzi nettamente più bassi
  • La merce in saldo deve essere tenuta separata da quella a prezzo pieno: la cartellonistica deve essere chiara, trasparente e corretta
  • Controlla sempre che il capo sia in buone condizioni e provalo prima dell’acquisto
  • Conserva sempre lo scontrino, la garanzia legale è di due anni dall’acquisto
  • Ricorda che i prezzi esposti vincolano il venditore
  • In caso di comportamento scorretto del commerciante ricorda che esistono normative regionali che definiscono nel dettaglio i saldi e le relative sanzioni.

Oltre che consigli sul come fare attenzione alle truffe durante la fase dei saldi, in questo periodo così delicato, è importante ricordare a tutti alcune regole che ormai sono all’ordine del giorno:

  • All’interno dei locali mantieni la distanza di sicurezza. 
  • Usa mascherina ffp2.
  • Disinfetta spesso le mani.
  • Prediligi i pagamenti elettronici. Sono più comodi e spesso evitano il contatto con il Pos. In merito a questa tipologia di pagamenti bisogna ricordare che i commercianti convenzionati con i circuiti di pagamento non possono rifiutare il pagamento con carta e non possono applicare commissioni aggiuntive.

© riproduzione riservata