Il regalo di Krause a tutta la città e la voglia dei tifosi di tornare sugli spalti | EDITORIALE
Foto originale Parma Calcio

Già possiamo immaginare il giorno in cui verrà tagliato il nastro al nuovo Stadio Tardini, quando i tifosi saranno già tornati sugli spalti nel post pandemia e quando il Presidente Kyle Krause potrà sedere in tribuna per ammirare da vicino il suo gioiello. Sarà il giorno del trionfo per tutta Parma e per i parmigiani. Sarà il giorno in cui tutti gli appassionati di calcio e tifosi delle grandi squadre metteranno da parte per un momento la passione per i colori a strisce, per dedicare un pomeriggio da trascorrere con i figli nel nuovo impianto della propria città. Sarà il giorno in cui i supporters sfegatati si lasceranno sfuggire una lacrima sui loro visi.

Quando ci sarà il fischio d’inizio della prima partita nel nuovo Tardini esploderà quella passione che da sempre contraddistingue l’ambiente gialloblu crociato. Dal fallimento, alla rinascita, dalla Serie D alla Serie A, dai cambi di proprietà a questo nuovo, affascinante progetto. Quando ci sarà il taglio del nastro ci sarà da ringraziare una sola persona: il Presidente del Parma Calcio Kyle Krause.

“Il Tardini non si tocca”: dal 1924 l’Ennio è la casa del Parma Calcio

Il restyling del Tardini è il regalo del numero uno Ducale a tutto il popolo gialloblù. Nella stagione sportiva più difficile dal ritorno del Parma in Serie A ecco che arriva la conferma del matrimonio di Krause con la città e la squadra che nella sua storia ha vinto in Italia e in Europa. La storia del club crociato ha influito, così come la voglia di adattare il Tardini ai grandi stadi delle città europee. Anche Parma aveva bisogno di un impianto moderno, ecosostenibile, innovativo, inclusivo e multifunzionale. Sono queste le parole chiave che caratterizzano l’utilizzo del nuovo Tardini come un luogo di ritrovo da vivere 365 giorni all’anno.

Non basteranno più le due ore di partita per vivere al massimo le emozioni, così non dovranno esserci scontri politici per l’inizio dei lavori e il compimento dell’opera. “Il Tardini non si tocca” è il motto che da sempre lega i tifosi crociati allo stadio comunale soprannominato “Ennio”. Dal 1924 lo storico stadio cittadino si trova in viale Partigiani d’Italia, nel quartiere Cittadella, a due passi dal Centro Storico. Dopo quasi cento anni il Tardini sarà ancora al suo posto, rimodernato, con molteplici servizi e tecnologie smart. Un nuovo luogo di condivisione sta per rinascere nel cuore della città. Un luogo per condividere l’amore per il Parma Calcio.

© riproduzione riservata