Dal Financial Times a La République: l’opera proveniente da Parma, esposta ora al Louvre, ha stupito la critica di alcuni importanti quotidiani internazionali

Solo una settimana fa si dava notizia di come “La Scapigliata” di Leonardo Da Vinci, esposta al Louvre per la mostra che celebra il genio fiorentino a 500 anni dalla sua morte, fosse l’opera più fotografata dell’intero salone a lui dedicato. A distanza di poco più di sette giorni la stampa internazionale esalta il dipinto proveniente da Parma. Alcuni quotidiani internazionali, infatti, hanno scelto il quadro cinquecentesco conservato all’interno della Galleria Nazionale ducale per celebrare la mostra di Parigi su Leonardo.

Il Louvrescrive Frédéric Levent su La Républiquepresenta il capo di questa donna chiamata ‘La Scapigliata’ (L’Échevelée), realizzata intorno al 1500-1510 da Leonardo da Vinci, che è incredibilmente dolce. Evoca la Venere dipinta in tempi antichi dal famoso Apelle“. Anche il Financial Times e il The Wall Street Journal hanno dedicato ampio spazio alla mostra dedicata al genio del Rinascimento italiano. Il volto de “La Scapigliata” è stato utilizato sia dal quotidiano britannico per lanciare l’apprfondimento sulla mostra allestita al Louvre, sia da quello statunitense per la copertina dell’articolo dedicato a Leonardo da Vinci e alla raccola esposta nel più importante museo di Francia.

Un importante riconoscimento, dunque, per il dipinto conservato nella Galleria parmense dal 1839. I tratti dell’opera incompiuta di Leonardo hanno saputo conquistare sia la critica sia il pubblico grazie alla dolcezza dei suoi lineamenti, che rispecchiano a pieno lo studio sui moti dell’animo compiuti dall’artista.

© riproduzione riservata