Laminam, Maestri: “La pazienza dei lavoratori non è stata vana ma purtroppo sono ancora molti i dossier di cassa integrazione aperti al Ministero

Una buona notizia: una boccata d’ossigeno per i lavoratori e un ulteriore passo in avanti per il rilancio del polo ceramico“. Con queste parole la parlamentare democratica Patrizia Maestri ha accolto la comunicazione ricevuta dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali con la quale le si annuncia la firma, avvenuta proprio questa mattina, dell’atteso decreto per la cassa integrazione straordinaria ai lavoratori ex Kale di BorgoTaro.

Da diverse settimane, d’intesa con l’azienda, le organizzazioni sindacali e l’amministrazione comunale di BorgoTaro – sottolinea la deputata – mi sono attivata nei confronti degli uffici del Ministero del lavoro per sollecitare l’adozione del provvedimento per la cassa integrazione ai lavoratori dello stabilimento ex Kale (ora Laminam). Il decreto rappresenta infatti un tassello fondamentale per sostenere il processo di riconversione e ammodernamento dello stabilimento di BorgoTaro“.

Maestri sottolinea anche i meriti dei dipendenti: “la pazienza dei lavoratori non è stata vana – spiega – purtroppo sono ancora molti i dossier di cassa integrazione aperti al Ministero e pertanto i tempi per la loro disamina si allungano. Oggi, finalmente, una buona notizia che consentirà nel giro di poche settimane all’INPS di avviare le erogazioni ai lavoratori comprensive degli arretrati“.

Ufficio stampa
Parlamentare On. Maestri

Se vuoi leggere altre notizie come questa, visita la nostra Home. Seguici anche su Facebook, Twitter e sul nostro canale Youtube!

Borgotaro, Laminam: via libera alla cassa integrazione; Maestri: “Una boccata d’ossigeno per i lavoratori”