Con la lista “Concretezza e Buon Senso” Enrico Sicuri promuove il cambiamento di Langhirano: “Valorizzare il nostro territorio”

Enrico Sicuri è uno dei tre candidati sindaco che, il prossimo 26 maggio, correrà per le elezioni amministrative nel Comune di Langhirano. Nato a Parma, Sicuri vive da anni a Torrechiara ed è proprio da qui che vuole partire per rilanciare Langhirano. Tra le sue priorità il turismo, con la massima fruibilità del Castello di Torrechiara che è “il fulcro del territorio“; il sociale e la sicurezza. La lista “Concretezza e Buon Senso” è appoggiata dai due partiti di centrodestra Fratelli d’Italia e Lega e dalla lista civica Langhirano nel Cuore.

Uno dei problemi maggiormente sentito dai cittadini è quello relativo alla sicurezza: un ambito che può essere affrontato sotto diverse sfaccettature. Quali proposte avete per migliorare questo aspetto a Langhirano, con riferimenti anche alla situazione della Strada Massese che ha fatto molto discutere in questi ultimi anni?

Fiera Millenaria di San Terenziano: a Isola di Compiano tornano festa e tradizione

Sono particolarmente sensibile ai problemi di sicurezza stradale, in particolare a quelli che riguardano la Massese: purtroppo questa è solo la punta dell’iceberg per quello che riguarda la tematica della sicurezza. I problemi di Langhirano non riguardano solo la strada, ma anche il degrado sociale: mi riferisco a spaccio di droga, furti, rapine, atti di inciviltà. Manca una severo controllo per identificare ed allontanare persone irregolari, abusivi, clandestini: questo non solo nel capoluogo, ma anche nelle frazioni, dove i cittadini si sentono spesso di ‘Serie B’. Le Forze dell’Ordine – che hanno un organico sottodimensionato – cercano in tutti i modi possibili di fare la loro parte, ma purtroppo il loro lavoro è spesso vanificato da leggi troppo permissive o magistrati poco zelanti. Al di là delle leggi, per contrastare questi problemi, serve prima di tutto che i cittadini prendano coscienza che questo è il loro territorio, la loro casa e che difenderlo: non con la violenza, sia chiaro, ma vivendolo attivamente, scendendo in strada per proteggerlo e per controllare quello che succede, ad esempio con il Controllo di Vicinato, e con qualsiasi altra forma di aggregazione, elevando quel senso di civiltà che purtroppo si è perso negli anni.

Dal punto di vista economico, quali misure saranno adottate per aiutare il commercio – che sta attraversando ovunque un momento di crisi – le imprese anche in ottica di valorizzazione dei prodotti tipici?

Il commercio a Langhirano va inevitabilmente associato al turismo, che è la linfa vitale di questo territorio. Amministrare Langhirano vuol dire, per noi, organizzare e promuovere l’aspetto turistico restituendo al territorio una giusta valorizzazione, adeguati parcheggi, un personale formato sulle nostre belle arti, un’adeguata rete di collaborazione tra le aziende e altre realtà imprenditoriali. Tutti elementi che, se collegati in maniera sinergica, consentiranno l’arrivo di un maggior numero di turisti e di conseguenza un maggior vigore del nostro territorio, oggi portato a spegnersi come una candela che lentamente si consuma.

In vista di Parma 2020 quali progetti porterete avanti per favorire il turismo sul territorio di Langhirano? Pensate che sia necessaria un’azione precisa sul Ministero – oltre a quanto è già stato fatto dall’Amministrazione uscente – per consentire una maggiore apertura e fruibilità del Castello di Torrechiara?

La nostra azione sarà mirata anche a coinvolgere e sviluppare sempre più la collaborazione con Comuni ed Enti sovracomunali favorendo quel coefficiente moltiplicatore dovuto dalla condivisione di tutti quegli elementi turisticamente attrattivi, dalle rive del Po ai nostri crinali Appenninici. Quello a cui puntiamo non è una visione periferica di Langhirano, ma una orgogliosa centralità in un territorio pieno di meraviglie. L’azione di rilancio turistico deve avere come fulcro il nostro Castello di Torrechiara: una meraviglia infinita che lascia senza fiato. Per prima cosa dovremo renderlo maggiormente fruibile ed accessibile cosa incredibilmente disattesa fino ad oggi: per noi sarà la prima cosa su cui iniziare a lavorare! La missione che ci siamo preparati ad affrontare è impegnativa e tutt’altro che scontata ma al contrario dell’uscente Amministrazione vantiamo i giusti interlocutori, persone di grande competenza, in primis il Ministro dell’Agricoltura e del Turismo Gianmarco Centinaio e tutti i nostri Parlamentari di centrodestra che nelle diverse commissioni non mancheranno nel fornirci gli strumenti che ci aiuteranno nel raggiungimento dell’obiettivo, un lavoro di squadra che parte da Langhirano ma che coinvolgerà tutte le istituzioni.

Per quello che riguarda i servizi di welfare – scuola, giovani, anziani, sport, associazionismo – quali saranno le proposte della vostra lista?

Un’altra priorità della nostra lista sarà il sociale. Crediamo sia fondamentale dare sostegno della mobilità casa-lavoro per persone con disabilità che hanno difficoltà negli spostamenti, con lo scopo di rimuovere o almeno ridurre gli ostacoli e le difficoltà nel raggiungimento del luogo di lavoro e nel ritorno a casa, al fine di assicurare alla persona il diritto al lavoro. Un altro punto del nostro programma è quello di favorire le attività extrascolastiche in modo da accogliere le richieste dei genitori, ma anche le richieste di adulti con disabilità, ed offrire loro un luogo positivo dove possono impiegare il tempo in maniera fruttuosa, potenziando le loro abilità ed acquisendo autostima ed autonomia. Ad oggi, infatti, le strutture presenti ci risultano essere di scarsa utilità. Inoltre sarà importante creare nuovi centri diurni per anziani anche nelle frazioni, dove ad oggi sono inesistenti, per offrire servizi socio-assistenziali alle persone della terza età. Tutti questi punti di incontro e di aggregazione sono un utile strumento di integrazione sociale e di serenità e permettono anche di andare incontro a quelle famiglie che, per problemi di natura economica, non possono permettersi le Case di Riposo e tanto meno tralasciare il lavoro per assistere i propri cari. Nel campo sportivo miglioreremo le attività sportive aggiungendo agli attuali tornei di calcio anche eventi di altri sport; inoltre è nostra intenzione fornire una sede, riqualificando l’edificio comunale di via Pelosi, da mettere a disposizione di tutte le associazioni.

Dal punto di vista urbanistico, Langhirano è un centro in espansione: quali misure pensate siano necessarie per accrescere il Paese e per fornire ai cittadini luoghi fruibili per l’aggregazione e per il lavoro?

Il tema urbanistico è impattante nel caratterizzare il nostro territorio, ma nel nostro programma non c’è la cementificazione di nuovo aree nel limite del buonsenso. A questo proposito porto l’esempio dell’ultima variante urbanistica 3bis al Piano Strutturale Comunale: procedere con un’edificazione in prossimità della zona di tutela del Castello di Torrechiara non è assolutamente – da parte dell’attuale Amministrazione – una scelta di buonsenso. Riqualificare aree dismesse ed una progettualità moderna e funzionale ci permetteranno di tutelare al massimo il nostro territorio da speculazioni edilizie. In caso di elezione, uno dei progetti più importanti sarà lo studio di un nuovo assetto urbanistico che porti ad un miglioramento della viabilità da Pastorello a Pilastro, in grado di agevolare i trasporti dalle zone produttive, migliorare i collegamenti da e verso le frazioni, zone in cui esistono piccole e grandi realtà imprenditoriali. Un miglioramento che, inevitabilmente, si rifletterebbe anche sul turismo nell’ottica di una forte valorizzazione.

Lanciamo un messaggio ai cittadini: per quale motivo dovrebbero scegliervi a guida del Comune?

Al contrario di chi si appresta a terminare il mandato, non peccheremo di superbia: stiamo preparando tavoli di lavoro e collaborazioni con il mondo universitario e noi, con umiltà, faremo tornare il senso di orgoglio di appartenenza al nostro territorio, per i vecchi e nuovi Langhiranesi…per noi!

La lista “Concretezza e Buon Senso”

  • Alberto Conti
  • Luca Furlotti
  • Barbara Aledda
  • Giuseppe Schianchi
  • Barbara Grassi
  • Luca Benedusi
  • Danilo Bernieri
  • Milena Maldini
  • Pierluigi Pavesi
  • Sylvie Nannini
  • Luca Ferrari

Gli appuntamenti di campagna elettorale

  • Martedì 7 maggio, ore 19.00 c/o Pasticceria Zarotti a Pilastro: Presentazione della liste
  • Venerdì 17 maggio, ore 20.00 c/o Il Gambero a Langhirano: Aperitivo aperto a tutti con il Gruppo Giovani della Lega e possibilità di incontrare i candidati.

© riproduzione riservata