Le aziende avrebbero presentato il “conto” al Comune di Parma: se il cantiere non riparte, c’è la richiesta di danni

Le aziende del Mall di Baganzola sono pronte a chiedere danni al Comune di Parma per il blocco del cantiere: la cifra, di cui parla il Quotidiano Nazionale, si aggirerebbe intorno ai 120 milioni di euro. Secondo quanto riportato sulle pagine del quotidiano al Comune sarebbe stata recapitata una lettera da parte dei privati che stavano lavorando alla costruzione del nuovo centro commerciale. Il “segnale” all’Amministrazione parmigiana, con l’obiettivo di sbloccare il cantiere entro maggio pena il pagamento dei danni, sarebbe stato inviato – secondo quando riportato da QN – dall’impresa Pizzarotti e da Sonae Sierra.

Il cantiere risulta bloccato da sei mesi, dopo che è stata avviata l’indagine per abuso d’ufficio.

© riproduzione riservata