Bonaccini ha incontrato a Roma il premier Conte: sostengo dal Governo per i disastri del 2017-18; presentati progetti per 180 milioni di euro

Si è svolto nei giorni scorsi l’incontro fra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e i governatori della Conferenza delle Regioni, guidata dal presidente dell’Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, per illustrare il pacchetto ProteggItalia: il Governo ha stanziato finanziamenti per sostenere la Regione negli interventi di messa in sicurezza del territorio, soprattutto in seguito alle calamità del 2017 e 2018.

Per l’Emilia-Romagna sono stati messi a disposizione oltre 51 milioni, resi disponibili per il 2019 per gli interventi sui luoghi danneggiati dal maltempo nel 2017 e 2018. 135 invece sono i milioni complessivi di un finanziamento triennale 2019-2021, dei quali 40 milioni saranno utilizzati per criticità ancora aperte. Bonaccini inoltre sollecita Roma: “La nostra Regione ha già inviato a Roma progetti pronti a partire pari a oltre 180 milioni di euro, rispetto ai quali stiamo aspettando risposte da mesi“.

In particolare le emergenze che hanno interessato la Regione riguardano il maltempo estivo di Ravenna, Forlì-Cesena e Ferrara e il gelicidio dell’Appennino, oltre che alle piogge intense su Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna e Forlì-Cesena, che hanno provocato ad esempio l’alluvione a Colorno e dell’Enza. Nel 2018 neve, pioggia e frane hanno interessato la maggior parte delle colline e tra il 27 ottobre e il 5 novembre una nuova ondata di maltempo ha provocato danni su tutta la regione. Bonaccini si dice soddisfatto dell’incontro con premier Conte, ma afferma: “Abbiamo bisogno di programmazione e di una strategia solida per permettere ai territori di realizzare in modo ordinato le opere necessarie a garantire la sicurezza dei cittadini“.

© riproduzione riservata