È il terzo anno che l’atletica Manara porta la Manarace a Fontevivo; il sindaco Fiazza: “Manifestazione sempre più bella”

Domenica 24 marzo si svolgerà la manifestazione podistica Manarace – Fontevivo Run, giunta alla settima edizione e la terza disputata a Fontevivo. La competizione consiste in una corsa di 10 km, una camminata non competitiva sullo stesso percorso e una corsa per bambini dei 7 ai 10 anni, la Fontevivo kids, con percorsi da 200, 400 e 600 m. Il ritrovo per la gara sarà in Piazza Repubblica e l’inizio è fissato per le ore 10.00 per gli adulti, con possibilità di iscriversi dalle 8.00 alle 9.30, mentre per quanto riguarda le corse dei bambini si inizierà alle 11.00.

Ogni volta la manifestazione cresce per numero di partecipanti, per iniziative collaterali e coinvolgimento dei fontevivesi. Dall’anno scorso abbiamo anche la gara dei bambini, una cosa a cui tengo molto perché lo Sport è fondamentale per il benessere delle persone, ma è anche una formidabile opportunità educativa ai valori veri della vita“, afferma il sindaco Tommaso Fiazza durante la presentazione della manifestazione. Anche Michele Manara, organizzatore dell’evento, e Enrica Cavazzini, assessore allo Sport, sono soddisfatti e riconoscono l’importanza dell’evento per i cittadini e le associazioni del territorio. La Cavazzini aggiunge: “Credo che un’Amministrazione comunale abbia il dovere di sostenere queste iniziative sportive e culturali e in questo caso è anche un piacere perché è nata una collaborazione fantastica“.

Fiera Millenaria di San Terenziano: a Isola di Compiano tornano festa e tradizione

La competizione infatti conta di coinvolgere il più possibile i partecipanti anche grazie alla collaborazione di 101Caffè, che al termine della manifestazione offrirà un ricco ristoro ai partecipanti, che comunque potranno trovare punti bar anche durante il percorso. Lungo il tragitto sarà poi attivo il servizio di baby parking e inoltre, chi si presenterà dopo la gara al vicino Labirinto della Masone con il pettorale, potrà usufruire di uno sconto di 5 euro del prezzo del biglietto di ingresso, potendo così visitare il più grande labirinto esistente, composto da oltre 200 mila piante di bambù.

© riproduzione riservata