Parma, in Piazzale San Bartolomeo nuovo mercato dei produttori agricoli

Nuovo mercato dei produttori agricoli in piazzale San Bartolomeo: ieri anche l’assessore Cristiano Casa ha fatto visita ai banchi di “Mercatiamo“. I primi banchi del mercato sono arrivati ad inizio giugno e riaprono tutti i martedì dalle 8 alle 13 in piazzale San Bartolomeo, vicinissimo a piazza Ghiaia e piazza Garibaldi. Il nuovo mercato in San Bartolomeo si contraddistingue per una ricca offerta di prodotti freschi, di stagione, appena colti e del territorio. Molti agricoltori presenti seguono i metodi dell’agricoltura biologica, alcuni sono anche certificati, altri si attengono ai criteri del bio certificandosi con il PGS del Des di Parma. Un nuovo inizio quindi per le piccole aziende agricole che dopo la chiusura dei mesi scorsi a causa dell’emergenza sanitaria possono riprendere finalmente il commercio al pubblico, con particolare attenzione al rispetto delle regole di distanziamento sociale e l’utilizzo delle mascherine.

L’assessore al Commercio, Cristiano Casa, ha fatto visita ai produttori del mercato di San Bartolomeo: “E’ bello vedere, in un contesto come questo, – ha sottolineato l’Assessore Cristiano Casa – un mercato agricolo alimentare che accogliamo con piacere. Esso costituisce anche una risposta ad una richiesta di alcuni commercianti della zona e crea un bell’angolo nella piazza“.

Ecco alcune aziende agricole che hanno aderito al progetto “Mercatiamo”: Le Due Querce, azienda biologica di Guastalla, con la produzione di ortaggi freschi e di stagione; l’azienda agricola biologica Schianchi, podere situato nei pressi della Certosa di via Mantova, che propone i prodotti dell’orto e trasformati come farine e pomodoro; La Dinara, produttrice biologica di formaggi caprini a Terenzo, freschi e stagionati; il Podere Villargine, azienda biologica di San Secondo con i primi frutti di stagione; Valico Terminus, azienda biologica di Ramiseto – Ventasso, produttore di senape, maionesi vegetali, salse, sottoli, aceti; Casa Leone di Terenzo, con pane, focacce, prodotti del forno, legumi e cereali di produzione propria; l’Azienda Agricola La Pennona che nell’antica “Corte Pennona” produce pomodori da passata e confetture.

© riproduzione riservata