Un dialogo aperto sulla contemporaneità che renda protagonisti i giovani. Occasioni di confronto per le nuove generazioni con grandi ospiti da tutta Italia. Momenti di condivisione di storie ed esperienze che possano essere di ispirazione per ragazze e ragazzi, come bussola per le scelte sul proprio futuro. Sono gli elementi peculiari della nuova iniziativa ideata dal Salone Internazionale del Libro di Torino, insieme con un gruppo di giovani riunito nella “Direzione futura”, in collaborazione con la Città di Parma e con il sostegno di Fondazione Cariparma, dal titolo “Mi prendo il mondo – In dialogo con le nuove generazioni su formazione, crescita, lavoro”.

Da giovedì 25 a domenica 28 gennaio 2024 a Parma, al Paganini Congressi e in diversi spazi cittadini, grandi lezioni magistraliincontri edialoghi caratterizzeranno la manifestazione con ospiti da tutta Italia: autrici e autori, divulgatrici e divulgatori, artiste e artisti, scelti per il loro sguardo sul mondo, la loro visione sui temi dell’attualità, la loro capacità di immaginare il futuro, le loro storie e le loro esperienze in grado di fungere da esempio per le nuove generazioni. Un evento “ispirazionale”, che sappia stimolare idee e dare impulso alla vitalità innata delle ragazze e dei ragazzi di oggi per accompagnarli nel loro cammino verso gli orizzonti che più sentono propri, in un mondo che sta vivendo impressionanti cambiamenti culturali e di approccio al lavoro.

Diverse le aree che saranno al centro del dibattito, aperto non solo ai giovani, ma a tutto il pubblico di lettrici e lettori: letteratura, scienza, imprenditoria, ambiente, giornalismo, filosofia, diritti e pari opportunità, moda, viaggi, sport.

Tra gli ospiti: l’esperta di orientamento e lavoro under 35 Fabiana Andreani, il viaggiatore e autore del canale YouTube @HumanSafari Nicolò Balini, il medico e salutista Franco Berrino, lo scrittore Jonathan Bazzi, la giornalista e scrittrice Annalisa Camilli, lo sciatore nautico paralimpico Daniele Cassioli, il vicedirettore de il Post Francesco Costa, lo scrittore AlessandroD’Avenia, la filosofa ed editrice Maura Gancitano, l’imprenditore e blogger Raffaele Gaito, la nuotatrice paralimpica Giulia Ghiretti, la fondatrice diWill_ita Imen Jane, lo scrittore e chimico Marco Malvaldi, il fondatore del Gruppo Yoox Net-a-Porter Federico Marchetti, il fumettista e creatore di Rat-man Leo Ortolani, il filosofo della biologia ed evoluzionista Telmo Pievani, il professore di fisica con un milione di follower su Instagram VincenzoSchettini, la filosofa Giorgia Serughetti, il giornalista e conduttore tv Luca Sommi, la manager Virginia Stagni, la scrittrice e coautrice del podcast Sailor Morgana Chiara Tagliaferri, la scrittrice e giornalista BenedettaTobagi, la scrittrice e matematica Chiara Valerio

Il programma di “Mi prendo il mondo”

Il programma è curato dal Salone Internazionale del Libro di Torino insieme ad un gruppo composto da più di 50 studentesse e studenti di Parma e del territorio parmense, di età compresa tra i 15 e i 23 anni, che hanno aderito a una call, riunitisi nella “Direzione futura”. Attraverso riunioni settimanali hanno dato voce ai propri dubbi e alle proprie passioni, proposto i temi degli incontri, valutato i nomi delle ospiti e degli ospiti. Il gruppo di ragazze e ragazzi accompagna la realizzazione della prima edizione di “Mi prendo il mondo”, affiancando il team del Salone del libro coinvolto nelle fasi di promozione, comunicazione e conduzione degli eventi.

Il programma delle grandi lezioni sarà arricchito da workshoplaboratoriattivitàpresentazioni realizzati dalle realtà culturali territoriali, in collaborazione con il Salone del Libro. Scuole medie e scuole superiori, Università, librerie, biblioteche civiche e associazioni proporranno progetti rivolti a diverse fasce di età, per piccoli e grandi, con al centro la riflessione sull’attualità e sulla partecipazione giovanile, a partire dai libri e dalle esperienze realizzate.

Per orientarsi attraverso i percorsi proposti, gli incontri saranno racchiusi in due aree: Voci dal mondo (le grandi lezioni e incontri che si svolgono al Paganini Congressi); Il mondo in città (le iniziative delle associazioni cittadine).

Al Paganini Congressi lettrici e lettori saranno accolti dal Bookshop “Mi prendo il mondo”,  una grande libreria tematica, organizzata da sette librerie della città che proporranno i libri degli ospiti presenti: una vasta scelta di titoli di altre autrici e autori dedicati ai temi e alle aree al centro delle lezioni e degli incontri. Saranno presenti diversi desk con servizi di orientamento per i giovani, proposti dalla Camera di commercio dell’Emilia-Romagna e Informagiovani del Comune di Parma Assessorato alla Comunità giovanile gestito da cooperativa Auroradomus – Gruppo cooperativo Colser-Auroradomus. Un coffee bar sarà sempre aperto durante la manifestazione con un momento happy hour sabato 27 gennaio. 

Tutti gli incontri sono gratuiti (fino a esaurimento posti), con prenotazione consigliata su saltopiu.salonelibro.it. Info e programma aggiornato su www.salonelibro.it.

I giovani della “Direzione futura”

Le giovani generazioni sono al centro di “Mi prendo il mondo”, non solo in quanto ideali interlocutori degli appuntamenti, ma anche come veri protagonisti, parte attiva nella costruzione dell’evento. Un coinvolgimento fortemente voluto dal Salone del Libro e dalla Città di Parma per cercare di rispondere a un’emergenza concreta che investe i giovani: in Italia il 17,7% delle persone under 30 non lavora né studia (dati Eurostat), il tasso più alto in Europa. 

A partire da questa consapevolezza, il Salone del Libro a settembre avevalanciato una call per dar forma al gruppo di lavoro intergenerazionale sul progetto. All’invito hanno risposto più di 50 ragazze e ragazzi provenienti da scuole, istituti di formazione ed esperienze diverse. Si è così formata la “Direzione futura”, con studentesse e studenti di Parma e del territorio parmense, di età compresa tra i 15 e i 23 anni, che partecipano alla progettazione e alla conduzione di “Mi prendo il mondo”. Il gruppo si è incontrato una volta ogni due settimane negli spazi messi a disposizione dall’Assessorato alla Comunità Giovanile e dall’Amministrazione di Parma e si riunirà fino alle date della manifestazione, per dedicarsi a tutti gli aspetti del progetto culturale: la scelta dei temi e degli ospiti, l’individuazione di uno stile comunicativo in grado di parlare ai ragazzi e alle ragazze di oggi, la progettazione e la conduzione dei talk, la redazione di testi. Il tutto a fianco della struttura del Salone del Libro, in uno scambio di punti di vista, sensibilità e competenze, in un arricchimento reciproco.

Al Paganini Congressi, il pubblico potrà incontrare le ragazze e i ragazzi della Direzione futura, che avranno a disposizione il desk Direzione futura nel foyer, per ritrovarsi, dialogare e confrontarsi con ospiti e lettori.