Michele Guerra

Le iniziative proposte dal candidato di centro sinistra Michele Guerra puntano alla realizzazione di una vera e propria rivoluzione digitale nell’ambito del welfare e dei servizi socio-sanitari erogati dal Comune a Parma. Guerra e la sua squadra hanno studiato dei modelli di welfare digitale innovativi che permetteranno, col massimo della privacy, di monitorare eventuali situazioni di difficoltà domestiche socio-sanitarie dei cittadini della città.

La domiciliarità è una delle questioni più urgenti e sentite dalla cittadinanza e dalle famiglie parmigiane. Dopo gli anni di crisi pandemica, è emersa sempre di più la necessità di potenziare i servizi alla persona con strutture capillari sul territorio, tale necessità vede nell’innovazione tecnologica digitale lo strumento principe per affrontare con sicurezza ed efficienza temi così importanti.

L’innovazione tecnologica rappresenta una possibilità di sviluppo anche per i sistemi di welfare e socio-sanitari che dobbiamo saper cogliere. Il Comune deve garantire alle persone con fragilità di sentirsi al sicuro e protette anche nelle proprie case, la dimensione domestica deve essere sempre più sicura e reattiva ad eventuali emergenze”, afferma il candidato.

Ci sono numerosi progetti a riguardo (su tutti, le buone pratiche di Lepida), come il potenziamento delle verifiche sulla qualità dei servizi socio-assistenziali agli anziani e ai bambini, potenziando, in capo al Comune, attività di verifica sulla qualità di funzionamento tecnico e relazionale sia delle tradizionali strutture, come case famiglia o asili, ma anche delle singole realtà che ne avranno necessità. “Penso alla tradizione della nostra città in questo ambito e ai temi della domiciliarità che già poneva Mario Tommasini sostenendo l’esigenza di garantire alle persone più fragili di stare nelle proprie dimore, con il calore e la confidenza che solo essa può dare”, conclude Guerra.

© riproduzione riservata