L'ENPA e il Comune di Parma danno voce ai nostri amici animali: tra abbandoni e randagismo

Il Consiglio comunale di Montechiarugolo, ha approvato all’unanimità il nuovo “Regolamento a tutela del Benessere Animale”per tutelare tutti gli animali e promuovere le regole di buon comportamento per una serena convivenza uomo-animale, nel rispetto delle rispettive esigenze. Il Regolamento integra la vigente normativa ed attua le garanzie giuridiche attribuite a tutte le specie animali, sia domestiche che selvatiche, presenti stabilmente su territorio comunale, pubblico o privato. Un vero e proprio strumento interdisciplinare, che ha carattere giuridico ed educativo, basato su specifici principi e finalità:

  • Promuovere la presenza e la cura degli animali sul territorio
  • Riconoscere il diritto a un’esistenza compatibile con le caratteristiche biologiche ed etologiche proprie di ciascun animale e individuare nella tutela degli stessi, uno strumento educativo per l’insegnamento al rispetto e alla tolleranza degli esseri viventi. 
  • Riconoscere che la flora e la fauna selvatica costituiscono elementi insostituibili dei sistemi  naturali che devono essere protetti dalle generazioni presenti e future. 
  • Disincentivare la detenzione di animali appartenenti a specie non addomesticate (esotiche e non), in particolare quando risulta complesso garantirne condizioni di benessere. 
  • Condannare e perseguire chi compie atti di maltrattamento, crudeltà, abbandono, competizioni  violente e si adopera per incentivare garanzie giuridiche attribuite agli animali dalla normativa  comunitaria, nazionale e regionale. 

Il testo del Regolamento è organizzato in 9 Capitoli e 45 Articoli, che corrispondono a specifiche aree d’intervento. Nell’Allegato 1 del presente Regolamento è inserita la tabella delle sanzioni amministrative pecuniarie a cui sono soggetti tutti i trasgressori.  Con l’obiettivo di tutelare ogni specie vivente nel Regolamento si vieta l’utilizzo di tutti i tipi di prodotti pirotecnici, fuochi d’artificio, anche di libera vendita.

Particolare attenzione è stata riservata agli animali d’affezione, cani e gatti. Abbiamo cercato di regolamentare in modo preciso il problema della gestione dei casi di rinuncia alla proprietà dei cani, pratica che purtroppo sta diventando piuttosto diffusa, per questo è fondamentale sensibilizzare su questo tema, per promuovere una maggior consapevolezza nella gestione dei cani, identificando anche le aree dedicate ed i percorsi formativi specifici per i proprietari. Avere un animale deve essere una scelta consapevole e non il capriccio del momento”, ha dichiarato l’assessore Giuseppe Meraviglia.

© riproduzione riservata