neve appennino parma
neve appennino parma

Il consigliere regionale della Lega, Emiliano Occhi, ed il vicepresidente dell’assemblea legislativa Fabio Rainieri chiedono alla giunta della Regione nuove risorse per sostenere i piccoli comuni dell’appennino parmense nella lotta alla gestione del piano neve. La nevicata occorsa nella giornata del 28 dicembre scorso ha messo a dura prova la comunità montana facendo registrare precipitazioni di oltre 60 cm in alcune località montuose. “I disagi sono stati forti, si parla di gravi problemi alla viabilità ma anche ai cittadini stessi – affermano i rappresentanti del Carroccio – I comuni hanno dovuto fronteggiare ingenti spese sia per lo sgombero degli accumuli di neve sia per la pulizia e lo smantellamento di grosse piante ed arbusti crollati nelle strade“. Sono i comuni ad avere in mano la gestione dei piani neve ma in una situazione così complicata come quella attuale le casse comunali languono a causa dei mancati introiti derivanti dall’emergenza sanitaria.

Effettivamente i comuni non hanno percepito, rispetto gli anni scorsi, le imposte comunali a causa degli sgravi disposti nei confronti delle categorie maggiormente colpite dagli stop e dalle restrizioni. “Diversi comuni montani stanno esaurendo o hanno già esaurito le risorse a disposizione per fronteggiare l’emergenza neve. Sono previste altre nevicate ed è per questo che abbiamo posto un’interrogazione alla giunta regionale: come pensano di aiutare i comuni dell’alto appennino parmense? Secondo noi occorrerebbe che la Regione mettesse a disposizione risorse per andare ad integrare i fondi comunali“.

© riproduzione riservata