No drop no out

Nei giorni scorsi si è concluso nei comuni di Zibello e Neviano degli Arduini, per la provincia di Parma, il progetto contro l’abbandono sportivo “No drop, no out”, promosso da Upi Emilia-Romagna insieme alle Province di Parma, Reggio, Modena e Piacenza e in collaborazione con Uisp, Csi, Comuni e Pinco srl. Il progetto è rientrato nel bando “Azione ProvincEgiovani” promosso dal Dipartimento per le Politiche giovanili e il Servizio Civile Universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

L’iniziativa, partita a marzo con i primi appuntamenti, è stata promossa con lo scopo di riavvicinare i giovani tra i 14 e i 20 anni alla pratica dello sport e all’assunzione di stili di vita e un’alimentazione sani, per combattere la sedentarietà. Durante l’ultimo incontro gli educatori sportivi delle pratiche di UISP, CSI, Pinco srl, hanno effettuato delle dimostrazioni sportive agli studenti di scuola media. La scelta è ricaduta sugli sport di strada, skate, parkour e balance board, che hanno anche il vantaggio di essere attività individuali, che si possono svolgere in sicurezza anche in epoca pandemica.

Hanno contribuito all’evento anche gli studenti delle due scuole superiori partner del progetto. Gli studenti del Liceo sportivo Bertolucci di Parma hanno donato alla scuola media di Neviano uno smart watch alla presenza del sindaco Alessandro Garbasi; gli studenti della classe III A dell’indirizzo eno-gastronomico dell’Istituto Alberghiero Magnaghi di Salsomaggiore hanno consegnato ai ragazzi delle medie di Zibello degli snack realizzati da loro, alla presenza del sindaco di Polesine Zibello, Massimo Spigaroli.

© riproduzione riservata