Nuovi profughi a Noceto, il Sindaco:

Riaperti parchi, impianti sportivi e biblioteche: con un’ordinanza, il sindaco di Noceto Fabio Fecci avvia la tanto attesa “Fase 3” nel comune della bassa Val Taro. Il 27 giugno sono stati riaperti i parchi gioco per bambini, con l’obbligo di rispettare le regole sulla sicurezza come il distanziamento interpersonale di un metro, l’utilizzo delle mascherine per i bambini oltre i 6 anni di età e il controllo da parte dei genitori delle condizioni di salute dei propri figli prima di entrare nell’area giochi. Il Comune si impegna a garantire una sanificazione periodica delle zone e delle attrezzature per garantire la sicurezza.

Per tutti gli impianti sportivi, aperti già dall’1 giugno, è consentita l’attività motoria e di squadra agli atleti professionisti e non professionisti. Tutte le società che intendono svolgere le sedute di allenamento devono darne comunicazione al Comune e garantire la sanificazione degli ambienti e il rispetto delle norme di sicurezza. Restano chiusi invece teatri e musei comunali. Il municipio resterà chiuso al pubblico fino al 31 luglio, sarà possibile però contattare gli uffici municipali per prendere appuntamenti e informazioni. La biblioteca Don Milani invece rimane aperta solo per il prestito dei libri; aperti anche i locali comunali concessi in comodato d’uso – ex macello, ex scuola Tagliavini, fabbricato AVIS – nel rispetto dei protocolli con divieto dei giochi delle carte da tavolo e della messa a disposizione dei quotidiani. La nuova ordinanza riguarda anche le attività di commercio itinerante su aree pubbliche e impone agli ambulanti una continua igienizzazione delle attrezzature, l’uso delle mascherine e il distanziamento sociale.

© riproduzione riservata