I gruppi sportivi Consorzio Due Torri e Cral Amps Parma insieme per il Maggiore: una storia di solidarietà che dura da trenta anni

I gruppi Oltretorrente Baseball e softball, Consorzio Due Torri, e Cral Amps di Parma hanno visitato lo staff e i pazienti dell’Ospedale dei bambini e hanno donato strumenti diagnostici per le cure: il loro supporto al Maggiore inizia quasi trenta anni fa e ormai si possono considerare “amici da sempre”. Quest’anno in particolare il loro arrivo all’Ospedale ha portato in corsia otto fonendoscopi pediatrici, otto sfigmomanometri per la misurazione della pressione arteriosa e otto termometri auricolari.

La possibilità dell’acquisto dell’attrezzatura medica è dovuta alla raccolta fondi che i soci hanno organizzato in occasione di numerose manifestazioni ludiche e sportive, testimonianza del grande radicamento sul territorio per le numerose generazioni coinvolte, come afferma Andrea Paini, presidente del Gruppo Oltretorrente: “Siamo partiti coinvolgendo dapprima i giocatori, con tornei e poi con lotterie organizzate dai giocatori stessi“. L’iniziativa promossa dai gruppi sportivi ha inoltre stimolato la cittadinanza a essere operativa nella raccolta fondi: “Via via anche i genitori dei ragazzi e i seniores hanno ideato raccolte, portando un aiuto importante con un loro coinvolgimento diretto“, sostiene il vicepresidente Paolo Poi. Alle loro voci si aggiunge anche quella di Michele Mori che ribadisce che da un primo nucleo distretto di donatori, la raccolta ha contagiato tutti, valorizzando il connubio tra sport e salute.

I membri di Cral Amps si aggiungono alla soddisfazione del Gruppo Oltretorrente, spiegando che ogni anno destinano parte del loro bilancio all’Ospedale dei bambini; e Sincero Chiesa, consigliere, dichiara: “Un gesto piccolo, il nostro, che ci rende felici per le attività che si svolgono in questo ospedale“. La donazione degli strumenti però, pur essendo un piccolo gesto, è importante e significativa per i dottori che quotidianamente si prendono cura dei bambini: Patrizia Bertolini e Maria Luisa Zou, direttore e coordinatore della Pediatria e oncoematologia, ringraziano i volontari e rimarcano anche la loro simpatia: “Ci procurano strumenti importantissimi perché di uso quotidiano e nel farlo ci testimoniano una forte simpatia, a noi molto cara“.

© riproduzione riservata