Al via i lavori per ingrandire e migliorare il Centro Prelievi dell’Ospedale di Parma: investiti 300mila euro

La palazzina conosciuta con il nome di Poliambulatori verrà completamente rimessa a nuovo recuperando gli spazi lasciati liberi dal Day Hospital oncologico, trasferito al Padiglione Cattani. L’intervento consentirà di creare locali più accoglienti per i pazienti con una migliore organizzazione aziendale dei servizi e di ospitare anche nuovi servizi in collaborazioni con l’Azienda Usl. In particolare, a cambiare profondamente volto, sarà il Centro Prelievi che guadagnerà 200 mq passando dagli attuali 800 ai futuri 1000 mq. Tale ampliamento consentirà una riorganizzazione del servizio di presa in carico degli utenti e di esecuzione delle prestazioni.

Anche la sala d’attesa del Centro prelievi potrà contare su un aumento dei posti a sedere e sarà dotata dei moderni sistemi informatici per regolare gli accessi con una distribuzione più funzionale di tutti i percorsi. L’ingresso vero e proprio sarà dotato di porte automatiche e di una zona dedicata al pagamento del ticket. Gli spazi così rinnovati faciliteranno anche il lavoro degli operatori che potranno disporre di locali di back office vicino ai nuovi  sportelli, oltre a nuovi spazi di supporto. Con la partenza dei lavori, da lunedì 1° luglio, le attività di prelievo e di ritiro referti all’Ospedale Maggiore saranno garantite al 2° piano del Padiglione ortopedia. La conclusione dei lavori è prevista per fine settembre.

Oltre al Centro Prelievi, la riqualificazione dell’ex Day Hospital oncologico riguarderà anche il resto del Padiglione con servizi socio-sanitari che consentiranno di migliorare l’organizzazione dell’Ospedale, mettendo sempre di più al centro le esigenze del paziente. E’ infatti in quella palazzina che verranno collocati il Punto unico di prericovero attualmente al padiglione d’ingresso e il Punto Unico di Dimissioni, un nuovo servizio promosso dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria in collaborazione con l’Azienda Usl  per garantire alle persone fragili in dimissione la necessaria continuità delle cure dall’ospedale al domicilio. Un servizio pensato dalla sanità di Parma per i pazienti pluripatologici, cronici, non autosufficienti e fragili.

L’intervento nella palazzina dei Poliambulatori consentirà inoltre di mettere a disposizione sedi più adeguate per l’Ufficio Cartelle Cliniche, le Assistenti sociali e le associazioni che quotidianamente operano all’interno delle struttura ospedaliera. L’intervento, dal costo di 300mila euro, è sostenuto dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma.

© riproduzione riservata