Avviate le procedure per la riassegnazione del contratto; il direttore generale dell’Ausl Elena Saccenti: “La nuova ala sarà terminata entro la fine del prossimo anno

FIDENZA | Nei giorni scorsi l’Ausl di Parma ha sottoscritto con Unieco lo stato di consistenza dei lavori finora eseguiti, in modo da poter proseguire alla riassegnazione del contratto. Nel lungo verbale, stilato tra le due parti, si legge che i lavori realizzati hanno un valore pari a due milioni e duecento mila euro. La ditta di Latina, seconda classificata al bando, si è dichiarata disponibile a finire i lavori e in breve tempo verrà ad effettuare un sopralluogo nel cantiere. 

L’Ausl – ha spiegato il direttore generale Elena Saccenti – è determinata a terminare i lavori della nuova ala entro fine del prossimo anno“. Soddisfatto anche il sindaco di Fidenza Andrea Massari che ricorda come il problema del cantiere non fosse di piccole dimensioni, ma che “dimostra ancora una volta quanto la cantierizzazione delle grandi opere pubbliche nel nostro territorio sia affrontata con estrema concretezza e con la massima trasparenza”.

I lavori all’ospedale: dati e calendario

I lavori per la realizzazione di una nuova ala e l’ampliamento del Pronto Soccorso hanno un costo di oltre 15 milioni e 500 mila euro, sostenuti dall’Ausl, dallo Stato e dalla Regione Emilia-Romagna. Il 10 giugno 2015, con la posa della prima pietra, ha preso il via l’intervento complessivo di ampliamento dell’Ospedale. Nel dicembre 2015, la ditta Unieco ha iniziato le opere propedeutiche alla realizzazione dei lavori di ristrutturazione del Pronto Soccorso e di costruzione dell’edificio della nuova ala.

Nel maggio 2016, sono iniziati i lavori per riqualificare e ampliare il Pronto soccorso, la cui superficie è ora passata da 500 metri quadrati circa a oltre 1.200 metri quadrati. La nuova struttura, così riqualificata e ampliata secondo lo scadenzario previsto dal contratto di gara, è stata  inaugurata l’8 novembre 2016. Sono quindi entrati nel vivo i lavori del cantiere per la costruzione della nuova ala. Con l’inizio di quest’anno, sono iniziate da parte della ditta Unieco una serie di sospensioni prolungate ai lavori, culminate con una procedura di liquidazione coatta amministrativa, disposta dal Tribunale di Reggio Emilia il 7 aprile scorso.

© riproduzione riservata