Si attenda la comunicazione di decadenza da parte della Prefettura: Montali incandidabile per la Legge Severino

Tra poche ore la Prefettura di Parma potrebbe comunicare la decadenza di Carlo Montali, attuale sindaco di Palanzano, in seguito a quanto emerso da un pronunciamento del Tar di Parma su richiesta della minoranza consiliare. Montali, infatti, aveva certificato di non avere condanne a suo carico, come previsto dalla Legge Severino: in realtà risulta essere stato condannato per corruzione aggravata per un atto contrario ai doveri d’ufficio in concorso.

La sua posizione penale, dunque, ne provocherebbe l’ineleggibilità, la decadenza e l’incompatibilità che dovranno essere sancite nelle prossime ore dalla Prefettura. In base alla Legge Severino, infatti, non ci si può candidare se si è stati condannati per alcuni reati tra cui la corruzione aggravata; reato per il quale Montali non avrebbe chiesto la riabilitazione. Montali era stato eletto lo scorso maggio, con il 50.14% dei voti e due soli voti di scarto: si era candidato con la lista “Per le nostre Valli“. Le nuove elezioni saranno probabilmente indette per marzo 2020; nel frattempo la gestione per l’ordinaria amministrazione passerà al vice sindaco.

© riproduzione riservata