Parma, 52 giorni per compiere l'impresa: si comincia oggi dal match di Benevento

Ultima chiamata per il Parma Calcio nella trasferta di Benevento nel sabato di Pasqua. La squadra di D’Aversa ha praticamente l’obbligo di vincere una match ricco di insidie, a pochissimi giorni dagli impegni delle nazionali. Le Streghe, che hanno ben dieci punti in più in classifica rispetto ai Ducali, faranno valere in campo questo largo vantaggio. Il Parma dovrà cercare di ottenere il massimo risultato per tentare la rincorsa salvezza contro la formazione di Filippo Inzaghi.

La rivincita tra quest’ultimo e D’Aversa ricorda le sfide tra Parma e Venezia in Lega Pro. Allora Inzaghi ebbe la meglio, ma il Parma alla fine riuscì a cavarsela attraverso i Playoff. Poi tutti sanno com’è andata a finire. I crociati della gran cavalcata sono la guida per il Parma di oggi. Serve un miracolo calcistico nei 52 giorni che rimangono. Si comincia oggi con il match di Benevento.

D’Aversa prepara il tridente ma si fermano Karamoh e Zirkzee

Il tridente crociato prende forma dopo lo stop di Karamoh e Zirkzee che non prenderanno parte del match di oggi al Vigorito. Attacco inedito con Gervinho, al ritorno da titolare dopo tanto tempo, Pellè e uno tra Mihaila e Dennis Man. I due giocatori della Romania sono tornati dagli impegni con la nazionale e sono a disposizione del mister. Probabile una staffetta a gara in corso. A centrocampo Kucka ed Hernani cercano il settimo centro in campionato. Gol che al Parma servono per centrare il miracolo calcistico chiamato salvezza.

LA PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Sepe; Gagliolo, Bani, Osorio, Laurini; Hernani, Brugman, Kucka; Mihaila, Pellè, Gervinho. All. D’Aversa

© riproduzione riservata