A Noceto il debutto del Parma Rosa per la partita contro le genovesi: “Finalmente in campo, c’è voglia di giocare e zero timore”

Ci siamo. Domani 6 ottobre alle ore 15.30 al campo sportivo il Noce, l’Academy Parma Calcio incontrerà il Campomorone Lady, squadra genovese. È la prima partita che le crociate giocheranno nel Campionato di Serie C, conquistato grazie al primo posto raggiunto nel Campionato d’Eccellenza nell’anno scorso. La preparazione è stata dura, ma tra incognite ed emozione, quello che le ragazze vogliono di più è scendere in campo e giocare: domani la grande attesa finirà e finalmente le giocatrici inizieranno a calpestare quel nuovo terreno, che con dedizione e sudore si sono conquistate.

Dal 26 agosto il mister e le ragazze hanno studiato le avversarie e hanno iniziato a confrontarsi in amichevoli e con le prime partite di Coppa Italia. Da quest’ultima le crociate sono state eliminate, ma hanno potuto capire i loro punti di forza: un'”eliminazione indolore” che le ha messe tuttavia di fronte a belle sfide, come la rimonta fino al 3-3 con lo Spezia, squadra navigata nel Campionato di C, anche se quest’anno non incontrerà le giocatrici nostrane. In questo scontro le parmigiane hanno lottato con le liguri fino al ’90 e nonostante il pareggio, è risultata evidente la tenacia che le ha tenute affamate fino al fischio finale. Con questa grinta domani nel primo pomeriggio attenderanno a Noceto il Campomorone, squadra sconosciuta, ma che punta sull’attacco forte di due centravanti preparate e insidiose.

L’allenatore Andrea Bazzini schiererà il 4-3-3, modulo spesso preferito per le crociate, ma pronto a modifiche in base alle esigenze che man mano emergeranno nella cavalcata del Girone A. La squadra del Parma Rosa schiererà in campo tre 2002 e due giocatrici anno 2001, che anche se saranno accompagnate da una calciatrice over 40 più esperta, abbassano di gran lunga la media dell’età della squadra. Le crociate sono infatti tra le più giovani del Campionato, con una media di circa 22 anni, aspetto che può spaventare le avversarie, ma che potrebbe anche intaccare il gioco per colpa di qualche “peccato di gioventù”. A guidarle sarà quest’anno Debora Fragni, classe ’92, eletta capitano dallo spogliatoio la scorsa settimana: un esterno sinistro con una lunga carriera alle spalle, che l’ha vista giocare anche nelle Nazionali Giovanili, e che può quindi donare alle compagne dimestichezza e grinta necessarie.

Foto: sito Parma Calcio.

© riproduzione riservata