Dopo il fulmine che l’8 settembre ha colpito la ciminiera dell’ex Eridania, si sono conclusi i lavori per la messa in sicurezza della struttura

Dopo il fulmine dell‘8 settembre scorso, si sono conclusi i lavori della messa in sicurezza della ciminiera dell’Ex Eridania. Grazie all’aiuto del Consorzio Paganini sono stati riparati i danni che il fenomeno atmosferico aveva provocato alla struttura, per un totale di 200 mila euro. Oltre alla ciminiera, è tornato agibile anche l’Auditorium, così come il parcheggio e il parco circostante. Un intervento importante da parte del Comune, soprattutto in vista dei numerosi eventi che caratterizzeranno la Città , in occasione di Parma 2020.

Dopo lo spiacevole episodio che ha colpito la ciminiera lo scorso settembre, l’assessore ai Lavori Pubblici, Michele Alinovi, si è subito attivato per favorire gli interventi di ripristino dell’intera area dell’Ex Eridania. Nei giorni scorsi, insieme all’Amministratore Unico del Consorzio Paganini, Dino Dall’Aglio, ha effettuato un sopralluogo per verificare l’agibilità del luogo ed è rimasto soddisfatto della tempestività con cui i lavori sono stati conclusi: “Siamo soddisfatti che gli interventi siano stati ultimati con una settimana d’anticipo. Restituiamo alla città il parcheggio e il parco, mentre per quanto riguarda la ciminiera, bisogna sistemare alcuni dettagli che non riguardano, però, i danni provocati dal fulmine” .

Foto Credits: Ansa

© riproduzione riservata