carabinieri droga

Ieri sera 28 aprile, sono state arrestate tre persone da parte dei militari della Sezione Radiomobile della Compagnia di Parma, di origine albanese, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. di 28,27 e 22 anni. Nel corso dei controlli quotidiani, alle ore 20:30 è stata fermata una macchina di colore bianco alla circonvallazione stradale in via Emilio Lepido proveniente da Reggio Emilia e fin da subito l’autista ha dimostrato un elevato grado di nervosismo ed è quindi stato trasferito presso il Comando di Strada delle Fonderie. Durante la perquisizione della macchina è stata trovata un’ingente somma di denaro di oltre 30 mila euro dietro la plancia dell’impianto stereo: considerando la disoccupazione dell’uomo, i Carabinieri insospettiti sulla provenienza del denaro, hanno provveduto a perquisire anche la casa, dove si trovavano le altre due persone: il fratello 22 anni e un connazionale di 28 anni. In cucina sono state trovate le chiavi di un’altra macchina parcheggiata in cortile, dove sono stati rinvenuti 400 grammi di sostanze stupefacenti nel baule e quattro panetti da 1 chili di cocaina purissima trovate in un “doppio fondo” appositamente creato sotto il sedile del lato passeggero. Complessivamente, il bottino dei tre uomini ammontava a 5 chili di cocaina, 40 mila euro. I residenti a Parma ed incensurati, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio; la cocaina ritrovata avrebbe consentito di immettere nel mercato circa 10.000 dosi per un valore stimato di 700mila euro.

L’attività di polizia giudiziaria ha permesso di sequestrare uno tra i più ingenti quantitativi di cocaina rinvenuti nella città di Parma negli ultimi anni ed è il risultato del quotidiano sforzo dei Carabinieri del Comando Provinciale di Parma nel contrasto al fenomeno del traffico di stupefacenti nel tentativo di riqualificare le aree della città utilizzate dai ‘pusher’ quali piazze di spaccio. Attraverso le dichiarazioni della Conferenza tenuta stamattina al Comando Provinciale di Parma, è trasparito grande orgoglio e soddisfazione per il lavoro attuato: “Siamo particolarmente contenti di aver frenato quasto spaccio di droga a Parma. Ce la metteremo tutta per porre rimedio a questa piaga dilagante. La nostra guardia ed attenzione sono altissime per cercare di fare il nostro lavoro al meglio. Pensiamo ci sia altro ancora dietro alla situazione fermata ieri dunque il nostro obbiettivo sarà ricostruire al meglio ciò che si è verificato per porre fine al problema una volta per tutte.”

© riproduzione riservata