BikeBee è la start-up che ha creato l'app contro i furti di bicicletta: ecco come funziona

BikeBee è la start-up che ha creato l’app contro i furti di bicicletta: ecco come funziona

L’innovativa piattaforma è stata presentata nei giorni scorsi al Festival della Lentezza di Colorno ed è ideata dalla start-up Bikebee. L’obiettivo è quello di fornire un database delle biciclette accessibile ad Amministrazioni, Forze dell’Ordine e ciclisti per combattere il fenomeno dei furti e favorire la mobilità cittadina. Al momento, oltre a Parma, aderiscono al progetto una ventina di comuni sul territorio nazionale. Il registro digitale è accessibile da qualsiasi device e da chiunque.

In questo modo sarà possibile consultare e riconoscere le biciclette rubate su tutto il territorio, comunale e nazionale, grazie alla comunità dei ciclisti che interviene a supporto per ritrovare le biciclette in ogni città. Chiunque può registrare gratuitamente la propria bicicletta nella banca dati digitale, oltre effettuare passaggi di proprietà, controllare la lista di furti, denunciare un furto, un’avvistamento o comunicare con gli altri utenti e ricevere notifiche.

© riproduzione riservata