Mancano ancora 6/7 punti per la matematica permanenza di categoria per i crociati: la quota salvezza in ribasso sotto i 40

È un Parma cinico e travolgente come la sua gente. Fa così il testo di una vecchia canzone in omaggio alla Parma Voladora. I crociati tornano alla vittoria interna dopo oltre tre mesi proprio nel periodo clou del campionato. Il Parma da trasferta si trasforma per una giornata in Parma solido e compatto anche al Tardini. I punti salvezza passano anche per gare giocate come quella contro il Genoa, con poche occasioni offensive ma anche poche azioni concesse agli avversari. Ci ha pensato Kucka a rompere il tabù crociato. Tre punti in cassaforte e un altro passo verso l’obiettivo salvezza.

Seguendo le statistiche della quota punti negli ultimi anni, basterebbe arrivare a 37/38 per trovare la salvezza matematica (anche se spesso si parla di 40 punti come obiettivo minimo per la tranquillità). Negli ultimi 7 anni la quota per mantenere la categoria non ha mai superato i 40 punti. Si va dai 42 punti della stagione 2011-2012 ai 38 punti nello scorso campionato conquistati dalla Spal per salvarsi. Manca ancora un piccolo sforzo per i ragazzi di D’Aversa che dovranno comunque tenere alta la guardia. L’obiettivo è vicino ma ancora non è stato raggiunto. Anche se il +12 dal Bologna fa ben sperare per le prossime gare.

© riproduzione riservata