Il Presidente della Repubblica sarà ospite d’onore alla cerimonia di apertura dell’Anno Accademico 2019-2020: appuntamento in Aula Magna il 29 novembre

Presente come ospite d’onore all’inaugurazione dell’Anno Accademico 2019-2020 dell’Università di Parma, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà quindi in città il prossimo 29 novembre. A partire dalle 11 si terrà la cerimonia che come di consueto si svolge all’interno dell’Aula Magna dell’Ateneo presso la facoltà di Giurisprudenza in via dell’Università, 12. La cerimonia si aprirà con l’ingresso del corteo accademico e con gli interventi musicali del Coro Universitario Ildebrando Pizzetti”, diretto da Ilaria Poldi. A seguire è prevista la relazione del Rettore Paolo Andrei.

Lo stesso Rettore ha commentato con soddisfazione la presenza di Sergio Mattarella alla cerimonia: “Siamo onorati del fatto che il Presidente della Repubblica abbia accettato il nostro invito. La sua è una presenza che ci riempie di orgoglio e di soddisfazione e che testimonia la grande attenzione rivolta al nostro Ateneo e, più in generale, al mondo dell’educazione e della ricerca. Questa importante testimonianza arriva in un momento particolarmente significativo: la crescita continua degli studenti si accompagna, infatti, alla recente collocazione in “Fascia A”, con il punteggio più alto conseguito dagli Atenei italiani finora accreditati, da parte dell’Agenzia Nazionale per la Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca“.

Interverranno poi il Presidente del Consiglio degli Studenti Yuri Ferrari e la Presidente del Consiglio del Personale tecnico amministrativo Rita Ollà. La prolusione sarà dedicata al tema dello sviluppo sostenibile, sul quale l’Ateneo di Parma si sta impegnando con sempre maggior vigore e con iniziative concrete. A tenerla sarà Enrico Giovannini, Professore ordinario di Statistica economica e portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che interverrà sul tema “Salvare il pianeta e salvare l’umanità. Utopia o dovere morale?“. L’evento sarà trasmesso in diretta streaming sul sito web dell’Ateneo.

© riproduzione riservata