Krause su Parma:

Le ultime battute del calciomercato estivo/autunnale hanno regalato tanti volti nuovi al Parma del neo-presidente Jerry Krause. I primi scampoli di stagione hanno evidenziato una netta difficoltà nella transizione tra l’ex-allenatore Roberto D’Aversa e il nuovo arrivato Fabio Liverani: da un calcio basato su una fase difensiva molto profonda e su ripartenze fulminanti, ad un calcio più aggressivo, di pressing e di palleggio una volta recuperata palla. Le sconfitte nella prime uscite stagionali contro Napoli e Bologna, con il Parma che aveva sostanzialmente schierato in campo gli stessi uomini della scorsa stagione, ha suggerito alla nuova proprietà l’esigenza di intervenire in maniera massiccia negli ultimi giorni di mercato.

Volti giovani e futuribili, come richiesto dalla nuova società, ma anche volti perlopiù adatti alle richieste del mister e alla sua idea di calcio. Negli ultimi giorni di mercato sono infatti approdati in Emilia Hans Nicolussi-Caviglia, Wylian Cyprien, Yordan Osorio, Maxime Busi, Juan Brunetta e Valentin Mihaila. Ed ora tutti questi nuovi acquisti bisogna assemblarli ed inserirli velocemente, amalgamandoli alla vecchia guardia delle passate stagioni. Come testimoniano le ultime quote della Serie A, sono tante le squadre, nella parte destra della classifica, che ancora devono ingranare la marcia in questo inizio di campionato: rimanere attardati potrebbe essere rischioso, soprattutto in una stagione così anomala come quella presente.

Ecco perchè coach Liverani ed il suo staff sono di fronte ad un compito assai impegnativo: proporre una nuova idea di gioco, tramite l’aiuto dei nuovi arrivati, alla rosa della scorsa stagione, ormai avvezza allo stile di D’Aversa, che ha seduto sulla panchina emiliana per quasi quattro anni, con l’undicesimo posto della stagione 2019-2020 come massimo risultato stagionale. Il tecnico, in questo periodo, aveva valorizzato innanzitutto Gervinho ed Inglese con un gioco votato alle ripartenze, per non parlare di quel Kulusevski che ha mostrato al mondo le proprie qualità proprio durante le innumerevoli transizioni offensive durante la passata stagione, fino ad approdare alla Juventus. Il collaudato impianto tecnico ha valorizzato anche difensori arcigni ed esperti come Bruno Alves e Gagliolo, seppur provenienti da due carriere di caratura profondamente diversa, Iacoponi e tanti altri, includendo anche centrocampisti come Kurtic e Kucka che fanno di fisicità ed inserimenti offensivi il loro punto di forza.

Tra i nuovi arrivati, c’è molta curiosità e attesa soprattutto per gli innesti nella mediana parmense su cui lavorerà Liverani. Hans Nicolussi-Caviglia è un profilo giovane ma già affermato: scuola Juventus, la scorsa annata da titolare al Perugia in Serie B, è un centrocampista tecnico e con grande visione di gioco. Wylian Cyprien, calciatore francese di 25 anni, arriva dopo un paio di annate altalenanti al Nizza, ma era stato uno degli uomini chiave del Nizza arrivato terzo in Ligue 1 nella stagione 2016-17: centrocampista duttile e assai completo, nel caso in cui tornasse ai livelli passati si rivelerebbe un acquisto anche superiore alla dimensione del Parma attuale, aiutando così la squadra nella crescita durante la stagione.

© riproduzione riservata