Episodio verificatosi nelle prime ore della mattina di domenica a Martorano, a pochi passi da Parma: l’uomo ha sparato alla moglie altezza viso, una volta disarmato dai figli si è buttato dal balcone

MARTORANO | Ancora un episodio di violenza in città. Ancora una volta consumatosi contro una donna. È stato sfiorato l’ennesimo femminicidio a Parma nelle prime ore del mattino di domenica, quando una famiglia parmigiana è stata scossa dal folle gesto di un marito nei confronti della moglie. L’uomo, impugnata una pistola detenuta illegalmente, ha sparato ad altezza viso ferendo gravemente la donna, che attualmente si trova al Maggiore in prognosi riservata.

I numeri non lasciano scampo a Parma: negli ultimi dieci anni ha conquistato un triste primato, quello di essere considerata una delle “capitali” dei femminicidi. Quello tentato in questo fine settimana, si inserisce in una lunga lista che nel solo 2017 conta ben 4 vittime femminili in ambiente domestico. Tre i fattori che hanno evitato il peggio dopo il violento gesto di questo fine settimana. Il colpo inferto, probabilmente partito in seguito ad una lite fra i due coniugi, che avrebbe colpito di striscio la donna, l’intervento dei figli – resisi conto della colluttazione e dello sparo – e quello dei militi del 118, recatisi tempestivamente sul posto dopo pochi minuti dalla chiamata.

Una volta divincolatosi dai figli che lo avevano disarmato, l’uomo si è dato alla fuga, è salito su un tetto di una abaitazione e si è lanciato nel vuoto. Al momento anch’esso è ricoverato all’Ospedale di Parma in gravissime condizioni. La camera dell’uomo – indagato per tentato omicidio – sarebbe al momento piantonata da alcuni poliziotti. Nel frattempo la Squadra Mobile sta indagando sul tremendo episodio.

© riproduzione riservata