L’Unione Pedemontana Parmense diffida da qualsiasi organizzazione per raccolta fondi che non sia PMG Italia: il monito dopo richieste di raccolte parallele

Pedemontana Sociale è l’azienda che si occupa dei servizi alla persona per i cinque comuni dell’Unione, Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo, e sta portando avanti una raccolta fondi per il Progetto Mobilità Garantita (PMG): dopo che alcune aziende sono state contattate per le sponsorizzazione di un pulmino per anziani e disabili, l’Unione tende a ribadire che esiste una raccolta fondi soltanto, quella di PMG, e di prestare quindi attenzione a possibili truffatori.

L’iniziativa è di pubblica utilità e prevede la promozione di servizi sociali sull’intero territorio dell’Unione Pedemontana parmense: il progetto “Mobilità garantita” si pone a fianco di persone svantaggiate, come anziani, minori e disabili, e offre alla comunità la possibilità di avere in circolazione un servizio gratuito di Taxi Sociale. In questi giorni due persone incaricate dalla ditta PMG, Matteo Sartorato e Simona Polverino, stanno contattando aziende della zona con l’obiettivo di raccogliere sponsorizzazioni per il progetto; sono state registrate però altre richieste, effettuate da personale non incaricate da PMG, che chiederebbe sostengo per un pulmino a servizio di disabili e anziani. L’azienda Pedemontana Sociale è quindi intervenuta, lanciando un’avvertenza alla popolazione e ribadendo che l’unica raccolta fondi esistente per il progetto è quella portata avanti dai membri di “Mobilità garantita” e di diffidare di altre raccolte per la mobilità sostenibile.

L’azienda informa infine che gli appuntamenti con gli incaricati di PMG sono fissati da due operatrici telefoniche, Veronica Olla e Fatima Cataldo, e che per avere ulteriori chiarimenti si può contattate Matteo Sartorato al numero 339 7774570.

© riproduzione riservata