Entro la fine dell’anno l’inaugurazione del Ponte della Navetta; a cinque anni dall’alluvione una serata per riflettere in Quartiere Montanara

Ad annunciarlo è stato l’assessore alle Politiche di Pianificazione e Sviluppo del Territorio e delle Opere Pubbliche, Michele Alinovi, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento “Insieme per il Baganza“. Il prossimo 18 ottobre, tempo permettendo, verrà posata la campata del nuovo Ponte della Navetta, andato distrutto con l’alluvione del Baganza di cinque anni fa. “Il ponte – ha proseguito l’assessore – sarà inaugurato entro la fine dell’anno“.

In occasione dell’anniversario, sabato 12 ottobre, al centro Giovani Montanara si svolgerà anche la serata “Insieme per il Baganza“, un momento di riflessione per guardare al futuro a cinque anni dall’alluvione. “La serata di sabato – ha spiegato l’assessore Michele Alinovi vuole essere prima di tutto un momento di comunità condiviso con chi vive il Quartiere Montanara ma anche con il Molinetto e nasce dalla volontà di fare il punto della situazione a 5 anni dall’alluvione del Baganza con uno sguardo a quanto è stato fatto e c’è da fare, confrontandosi sul passato ma guardano, al contempo, al futuro“.

Il programma della serata e le visite alla Cassa d’Espansione del Parma

Il momento è stato organizzato dal Comune di Parma insieme al Comitato Provinciale di Parma delle Associazioni di Volontariato per la Protezione CivileAipo – Agenzia Interregionale per il fiume Po, da Regione Emilia Romagna, con l’importante coinvolgimento del Centro Giovani Montanara, della scuole presenti sul territorio, in particolare dell’Istituto Comprensivo Salvo D’Acquisto, dei rappresentanti dei Consigli dei Cittadini Volontari dei quartieri Montanara e Molinetto, delle associazioni del territorio del Comitato Alluvionati.

La serata si aprirà alle 18.30 con i saluti istituzionali dei rappresentanti di Regione Emilia Romagna per cui sarà presente Paola Gazzolo, Assessore alla difesa del suolo e della costa, protezione civile e politiche ambientali e della montagna; del Comune di Parma con la presenza dell’Assessore alle Politiche di Pianificazione e Sviluppo del Territorio e delle Opere Pubbliche, Michele Alinovi, e dei rappresentanti della Protezione civile, Centro Giovani Montanara, Associazioni e Istituto comprensivo Salvo D’Acquisto.

A seguire recita dei bambini e testimonianze degli “Angeli del fango”; la proiezione dei video prodotti dal Comune di Parma a testimonianza dell’alluvione del 2014 e del modello della nuova cassa di espansione del Baganza e, infine, la cena conviviale offerta dai volontari della Protezione civile di Parma. La serata sarà preceduta, dalle 15 alle 17.30, dalle visite alla Cassa di espansione del torrente Parma, a cura del personale di AIPO. L’appuntamento è a Marano, via Giovanni Masi (laterale a destra di Strada Argini) a circa 6 km a sud della città, 600 metri dopo l’incrocio con Strada Bassa dei Folli (venendo da Parma).

© riproduzione riservata