Prosciutto di Parma: al 31esimo posto in

Tra i “migliori cibi al mondo“, decretati dal CNN Traveller, il Prosciutto di Parma mantiene ben saldo il suo 31esimo posto. La nota classifica – aggiornata nel settembre 2020 – conferma che, negli Stati Uniti, i prodotti italiani risultano, anno dopo anno, sempre più celebri e prestigiosi. Accanto al Prosciutto di Parma, infatti, trovano posto anche la lasagna (alla 23esima posizione) e la rinomata pizza napoletana – addirittura sul podio – al secondo posto. Un salto di qualità, a livello mondiale, quello del Prosciutto di Parma, se si pensa che, nella classifica del 2017, occupava il 48esimo posto. A distanza di soli 3 anni, una delle nostre eccellenze italiane è riuscita a conquistare un posto speciale nel cuore e, soprattutto, sul palato dei lettori della CNN. I quali hanno premiato la gustosità e la dolcezza inconfondibile del Prosciutto di Parma e la versatilità negli abbinamenti – in grado di sublimare il suo sapore – in particolare con pizza, melone, grissini e insalata.

Nell’ultima classica dei 50 World’s Best Foods, il Prosciutto di Parma ha, contemporaneamente, il merito e l’onore di affiancare una serie di piatti pregiati e celebri, provenienti dalle parti più disparate del mondo: Vietnam, India, Venezuela, Giappone, Cina e Stati Uniti stessi. Alla variegata lista, infatti, appartengono anche prodotti, come popcorn, ketchup e ciambelle, tipicamente americani. Il sondaggio, che la redazione dedicata al turismo della CNN propone, sin dal 2011, ai suoi lettori, sembrerebbe essere un modo per conoscere la storica gastronomica americana, influenzata e contaminata da culture straniere. Volendo, allo stesso tempo, stimolare anche la scoperta delle tradizioni alimentari provenienti da altri Stati, attraverso un coinvolgente viaggio nel mondo del gusto.

© riproduzione riservata