Il finanziere arrestato con l’accusa di truffa pluriaggravata nei confronti di una donna disabile

Nel 2015 aveva annunciato di voler comprare il Parma Calcio: il finanziere Alessandro Proto, milanese di 44 anni, è stato arrestato questa mattina dalla Guardia di Finanza di Como con l’accusa di truffa. Proto era già stato indagato dalla Procura di Milano e arrestato per manipolazione, ma la sua “fama” era dovuta soprattutto ai tentativi di scalate ed imprese in affari immobiliari con personaggi di spicco. I militari della GdF di Como lo hanno tratto in arresto con l’accusa di truffa aggravata di danni di una donna con problemi fisici e psichici alla quale avrebbe sottratto più di 130mila euro, poi reinvestiti in siti di gioco online.

© riproduzione riservata