Occhi all’insù per lo spettacolo celeste: l’eclissi totale sarà visibile in Cile e Argentina

Si tratta di uno dei fenomeni più spettacolari e affascinanti che la natura ci offre e anche quest’anno è grande l’attesa di migliaia di persone per ammirare il cono d’ombra che oscurerà una piccola e precisa parte della Terra. L’appuntamento dell’eclissi solare è oggi, 2 luglio, ma i più fortunati a potervi assistere dal vivo saranno alcuni abitanti di Cile e Argentina; dall’Italia sarà possibile seguire l’evento in diretta streaming.

L’eclissi solare, che si verifica quando la Luna passa tra la Terra e il Sole, oscurando totalmente o parzialmente l’immagine della stella per un osservatore sulla Terra, non è un fenomeno rarissimo, ma è difficile poterlo osservare ad occhio nudo, proprio perché interessa una limitata porzione della Terra. L’ultima volta l’eclissi totale è stata nell’agosto 2017 in Nordamerica, mentre la prossima occasione sarà nel dicembre 2020, nella stessa zona, astronomicamente assai fortunata, in cui si verificherà quest’anno. L’eclissi del 2 luglio interesserà infatti una zona dell’Oceano Pacifico meridionale (ad est della Nuova Zelanda) fino alla regione di Coquimbo in Cile e in Argentina: il picco di oscurità avrà una durata compresa di quasi 2 minuti e mezzo, mentre tutto l’avvenimento, compresi i momenti di oscurità parziale, sarà di 5 ore e 28 minuti.

La geometria dell’eclissi solare
Fiera Millenaria di San Terenziano: a Isola di Compiano tornano festa e tradizione

In Italia l’ultima volta che fu possibile assistere ad un’eclissi solare totale era il 1961, mentre soltanto una piccola punta della Sicilia ammirò l’eclissi anulare nel 1901. Poco fortunati quindi, ma per poter godere del fenomeno basterà in fondo attendere il 2027, quando il cono d’ombra cadrà nel Mediterraneo e in tutta Europa sarà visibile l’eclissi parziale. Per oggi, invece, dovremo accontentarci di uno schermo: sono infatti molti i siti che offrono la possibilità di assistere in diretta al singolare evento, come quello della Nasa, che ha già predisposto il suo streaming. Anche su Youtube sono già disponibili alcuni video pronti ad iniziare nel momento esatto per trasmettere le varie fasi fino a quando il nostro satellite sarà nella posizione precisa, tale da abbuiare il fortunato punto del Pacifico di quest’anno. Tuttavia, il mese di luglio regalerà un’altra fantastica eclissi: il 16 infatti si verificherà l’eclissi parziale di Luna, che sarà visibile in tutta Italia.

© riproduzione riservata