Meraviglia a Berceto per il gesto del primo cittadino Luigi Lucchi; lui risponde: “Nessuno stupore, il Sindaco deve dare il buon esempio

BERCETO | “Nessuna meraviglia se il sindaco raccoglie la cacca del cavallo”: lo dice il primo cittadino di Berceto, luigi Lucchi, il quale – ancora una volta nel suo stile provocatorio e straordinariamente efficace – nel tardo pomeriggio di ieri si è impegnato nel dare buon esempio ai propri concittadini.

In tanti, verso sera, ore 16,50, si sono meravigliati nel vedere un sindaco in giacca e cravatta raccogliere, dal sagrato del Duomo, la cacca di un cavallo. Questo non dovrebbe destare tale meraviglia, visto che in tante occasioni raccolgo dalle strade pezzi di carta, bottigliette, lattine e tanto altro“.

Un sindaco d’oro, insomma, Luigi Lucchi e che non perde certo tempo in faccende di poco conto: “Un Sindaco dovrebbe dare l’esempio – spiega stupito nell’essere applaudito per l’operato – Si è importanti se ci si mette a disposizione degli altri anche con lavori umili e senza dover soffrire alcun imbarazzo“.

“Si è importanti se ci si mette a disposizione degli altri anche con lavori umili; padroni di cani e cavalieri puliscano se necessario”

L’escremento sul sagrato del Duomo era del cavallo che il primo cittadino bercetese stava montando e con il quale attraversava il Paese per raggiungere la bella Fiera del cavallo in zona campo sportivo. “Oltre a fare meraviglia – ha concluso Lucchi – avrei piacere d’essere emulato da tutti coloro che passeggiano (anche quando non c’è la Fiera del cavallo) per le strade di Berceto. È bellissimo vedere e sentire i cavalli nel nostro Paese ma i cavalieri debbono, sempre, essere educati e pulire se i propri animali sporcano, come educati debbono essere i proprietari di cani“.

© riproduzione riservata

Il Sindaco Lucchi al Papa: “Francesco, aiutami a produrre il vino di Don Bosco”