Appuntamento annuale di Comieco: il 27, 28 e 29 marzo porte aperte di alcuni impianti della filiera emiliana

In occasione del Mese del Riciclo di Carta e Cartone, Comieco organizza “RicicloAperto“: in Emilia-Romagna sarà possibile visitare otto impianti della filiera cartaria emiliana nelle giornate del 27, 28 e 29 marzo. Quest’anno l’iniziativa delle porte aperte dell’industria del riciclo di materiali a base di cellulosa, arriva alla 18° edizione e in linea con gli anni passati si prevede un’affluenza di oltre 18.000 visitatori. L’iniziativa è rivolta a scuole, cittadini, istituzioni e a tutti coloro che sono interessati a conoscere le varie fasi del processo industriale dopo che carta e cartone vengono buttati nel cassonetto.

Nella Provincia di Parma gli impianti aperti in occasione di RicicloAperto sono Ghirardi SRL, ad Alberi, in cui si trova una piattaforma di selezione e Sandra SPA, a Casale di Mezzani, che dà la possibilità di visitare una cartotecnica, ma in tutto il territorio nazionale sono aperti complessivamente più di 100 impianti della filiera del riciclo di carta e cartone, tra piattaforme di selezione, cartiere e cartotecniche. Amelio Cecchini, Presidente Comieco afferma che “La filiera del riciclo di carta e cartone in Emilia Romagna può essere considerata un’eccellenza in Italia con i suoi 393 impianti attivi in tutta la regione che danno nuova vita a quasi 330 mila tonnellate di macero l’anno, e con una produzione annua di carta e cartone per imballaggi che supera le 800 mila tonnellate, ossia il 9% del totale in Italia“. Cecchini sottolinea poi che il merito per tali risultati è anche dei cittadini, che ogni giorno si impegnano nella raccolta differenziata: “Nel 2017 sono state raccolte nella regione circa 380 mila tonnellate di carta e cartone, più di 86 chilogrammi per abitante, un dato di gran lunga superiore a quello pro capite nazionale di 54,2 chili“.

© riproduzione riservata