Nel pomeriggio di ieri l’assemblea dei genitori in Biblioteca Manara; in serata l’incontro con il sindaco Rossi: “Nessun problema per la salute, aperti al confronto

Il sindaco di Borgotaro Diego Rossi risponde ai genitori degli alunni dell’Istituto Comprensivo situato nei pressi della Laminam. La scorsa settimana i genitori avevano, infatti, inviato una lettera al Sindaco chiedendo che venisse garantita la salute dei bambini frequentanti la scuola. Il “caso Laminam” tiene banco ormai da qualche mese a Borgotaro e nell’ultimo periodo ha suscitato qualche preoccupazione in più dovuta ad alcuni episodi di malessere diffuso. Al Santa Maria sono stati effettuati alcuni accessi per difficoltà respiratorie e anche qualche bambino ha accusato dei disturbi. Diego Rossi ci tiene a precisare che il suo primo impegno come Sindaco è garantire la salute pubblica e il benessere della Comunità“.

Fin dalle prime segnalazioni di emissioni di odori fastidiosi e molesti, il Comune si è attivato con l’Ausl e l’Arpae per individuare il problema e risolverlo. “Ad oggi – ribadisce Rossi – sia Ausl che Arpae ci comunicano che non sussiste un pericolo per la salute pubblica e per l’ambiente“. Attualmente viene seguito un controllo serrato per monitorare e valutare gli interventi per la soluzione alle problematiche. “Resta chiaro – conclude Rossi – che, nel momento in cui Enti preposti ci comunicassero un pericolo per la salute o per l’ambiente, procederemo immediatamente con un’ordinanza di sospensione delle attività della fabbrica. Il tutto a piena tutela dei cittadini, in primis dei bambini delle nostre scuole“. 

L’Ausl: “Attività della Laminam di ultima generazione, ma controllo serrato” 

Anche l’Ausl risponde ai genitori. “L’attività della Laminam – si legge nella loro nota – è eseguita con tecniche di ultima generazione e risponde a tutti i requisiti previsti dalla normativa vigente“. Insieme all’Arpae, Ausl sta seguendo un percorso di controllo serrato per montare e valutare gli interventi. “Al momento non c’è allarme di salute pubblica, ma è necessario un intervento risolutivo per la massima riduzione di sostanze che possono provocare disturbo alle persone, anche al di sotto dei limiti emissivi autorizzati“, conclude l’Ausl. 

Ausl chiede la collaborazione dei medici di famiglia del territorio per monitorare le segnalazione di disturbi, in modo da disporre di una puntuale anagrafica di casi clinici ipoteticamente correlati alle emissioni della ditta. Da lunedì 13 marzo è stata, inoltre, installata una centralina mobile di Arpae in prossimità delle scuole medie. Grazie a questo strumento di potranno avere dati più precisi sulla qualità dell’aria. 

I cittadini non demordono: domani tutti in Piazza

Compare sul gruppo Facebook “Sei di Borgotaro se…” l’invito aperto a tutti cittadini. “Dalle parole si passa ai fatti“, scrive il promotore. Intorno alle 17.00 di oggi, infatti, alcuni cittadini si sono dati appuntamento nella Piazza del Comune. “Non c’è niente di politico o commerciale – si legge nel post – ma dobbiamo difendere il nostro territorio. Chi amministra tace e glissa sull’argomento“. 

Nella foto di copertina, pubblicata da L’Aria del Borgo – Comitato per l’Ambiente e la Salute della Valtaro la mappatura delle segnalazioni degli odori realizzata dai cittadini. 

© riproduzione riservata

Nessuna risposta alla lettera, i genitori del Borgo convocano un’assemblea