Teleterapia è il nome che è stato dato alla psicoterapia online. È un fenomeno esploso durante la pandemia, e anche in Emilia-Romagna si è diffuso tra terapeuti e pazienti: infatti, secondo i dati di Serenis, che supporta le persone nella ricerca del percorso psicologico giusto e soddisfacente, le richieste di terapia online sono cresciute in maniera esponenziale. 

L’Emilia-Romagna è una tra le regioni che ha registrato più ricerche di psicologo online, con ansia e depressione che sono i problemi più sentiti (con il 55% nelle recensioni online).

Chi si trova in uno stato di bisogno, spesso si rivolge a parenti e amici per avere supporto. Tuttavia, se le persone vicine, pur benintenzionate, non sono in grado di fornire assistenza, la persona colpita può sentirsi isolata. Per questo motivo c’è sempre più bisogno di un supporto psicologico facilmente fruibile, anche online.

La stessa Serenis (www.serenis.it) sta mettendo a punto il Progetto Polarisun’iniziativa volta a riconoscere i terapeuti che utilizzano la tecnologia in modo efficace e ad aiutare i nuovi operatori a evitare le insidie della terapia online.

Arriva il premio Polaris per i migliori psicologi online

Polaris assegna riconoscimenti ai professionisti della salute mentale sulla base dell’analisi di oltre 70.000 recensioni online e dell’abbinamento di tali recensioni con il curriculum e le referenze qualitative del professionista. Il premio coinvolge 45 professionisti che hanno ricevuto il riconoscimento per la loro migliore presenza digitale, distribuiti nelle province di Bologna, Forlì-Cesena, Ferrara, Modena, Piacenza, Parma, Ravenna, Reggio Emilia e Rimini.

Daniele Francescon, cofounder di serenis.it, sottolinea: “Polaris nasce proprio con questo obiettivo: dimostrare gli effetti virtuosi dell’integrazione e della complementarietà tra fisico e digitale (ndr, solo l’1% dei terapeuti premiati lavora con Serenis, mentre il resto riceve in studio in modo indipendente), proponendosi contemporaneamente, nel suo piccolo, come garanzia di qualità online, grazie al coinvolgimento di un gruppo di specialisti esterni autorevoli nella valutazione dei profili dei terapeuti premiati”.

© riproduzione riservata