Il 13 giugno in città la tradizionale processione a cui partecipava anche il Duca Farnese

Sant’Antonio da Padova è da sempre molto venerato anche in città, dove anche oggi – nella Chiesa della Ss. Annunziata – sarà ricordato con una Santa Messa alle ore 20.30. “Il Santo dei Miracoli”, così come viene definito dai parmigiani, veniva solitamente festeggiato nella Chiesa di San Francesco, dove anche il Duca di Parma Antonio Farnese si recava in adorazione. Parmigiani di ogni ceto ed età partecipavano alle celebrazioni nella chiesa dei frati conventuali, dove la statua veniva addobbata e onorata anche con musiche e cori. Infine la processione per le vie della città sanciva la conclusione dei riti dedicati al Santo.

Nel 1705 anche gli abitanti di Fontanelle si rivolsero a Sant’Antonio per cercare protezione dalle acque del Taro; mentre a Bogolese si ricorda la banda di ladri che tra il 1858 e il 1863 devastò il territorio della Bassa parmense, da Colorno a Mezzani: al termine del processo i cittadini si trovarono per celebrare insieme la lunga processione di Sant’Antonio e invocare sul paese la benedizione del cielo.

Fiera Millenaria di San Terenziano: a Isola di Compiano tornano festa e tradizione

© riproduzione riservata