Oggi il Comune di Parma consegnerà il Premio Sant’Ilario e le civiche benemerenze, in occasione del Santo Patrono. La cerimonia si terrà al Teatro Regio di Parma, a partire dalle 11.00; mentre la solenne celebrazione del Santo Patrono avverrà in Cattedrale con la Santa Messa, alle 17.00, officiata dal vescovo, monsignor Enrico Solmi. La prima edizione del Premio si tenne nel 1987. Le proposte di concessione, in base al regolamento, possono essere formulate da singoli cittadini, Enti, membri del Consiglio Comunale, della Giunta Comunale e dai rappresentanti dei Consigli dei Cittadini Volontari, al fine di segnalare l’attività di tutti coloro che abbiano in qualsiasi modo contribuito a migliorare la vita dei singoli e della comunità e ad elevare il prestigio della città. Le benemerenze cittadine sono destinate a premiare le persone, gli enti, le associazioni e gli organismi che, nell’ambito cittadino, si siano particolarmente distinti nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’industria, del lavoro, dello sport, dell’assistenza, delle iniziative filantropiche, della collaborazione all’attività della pubblica amministrazione e che si siano distinti per atti di coraggio e di abnegazione in nome dei valori di umanità e solidarietà. In casi particolari le dichiarazioni di benemerenza possono esser conferite alla memoria.

Medaglia d’Oro – Sant’Ilario 2022

Centro Servizio Volontariato Emilia

CSV Emilia è il Centro di Servizio per il Volontariato di Piacenza, Parma e Reggio Emilia. Operativo dal 1 gennaio 2020, nasce dalla fusione dei tre precedenti Centri provinciali SVEP –Centro Servizio di Volontariato di Piacenza, Forum Solidarietà di Parma e DarVoce di Reggio Emilia. La base associativa è costituita da 327 associazioni che condividono le finalità e le scelte operative di CSV Emilia, per far crescere il volontariato e la cultura della solidarietà in un’area geografica di riferimento di ben tre provincie. 

La missione di CSV Emilia è quella di cogliere le difficoltà dei più fragili, non lasciare indietro nessuno, tessere legami e animare la comunità perché possa essere più attenta e coesa. Tutto questo attraverso servizi professionalmente qualificati e sempre aggiornati, nati dall’ascolto delle esigenze delle organizzazioni e del territorio. Un modo, quindi, per essere fianco dei cittadini, per far conoscere loro le opportunità che offre il volontariato e promuovere la partecipazione e la cittadinanza attiva. Una missione che si fonda sul lavoro di rete non solo fra le organizzazioni ma anche fra i diversi soggetti che operano sul territorio tra cui enti pubblici, scuole, università e aziende. 

Parma Baseball

Il 1949 Parma Baseball Club ha operato fino al 2015 con il nome di Parma Baseball e si è distinta dal 1949, anno della sua fondazione, per essersi aggiudicata 16 trofei nazionali; di cui dieci Campionati Italiani nelle annualità del 1976, 1977, 1981, 1982, 1985, 1991, 1994, 1995, 1997 e 2010 e sei Coppe Italia nel 1969, 1971, 1993, 1994, 1996 e 2000. A cui si aggiungono 16 trofei internazionali di cui 14 Coppe dei Campioni nel 1977, 1978, 1980, 1981, 1983, 1984, 1986, 1987, 1988, 1992, 1995, 1998, 1999 e nel 2021. Una Coppa della Coppe nel 1997 e una Super Coppa CEB nel 1993. Oltre a 4 trofei minori: 3 Coppe del Mediterraneo nel 1973, 1974 e 1976 e una Coppa dei Club nel 1977.

Parma Baseball partecipa al campionato di serie A nel 1950. Nel 1964 sale nella massima serie, due anni più tardi termina il torneo al secondo posto, nel 1968 chiude terzo. Nel 1969, sotto la presidenza di Aldo Notari, vince la sua prima Coppa Italia. Nel 1976 il primo scudetto parmigiano grazie alle 51 vittorie ottenute su 54 incontri. Il titolo nazionale verrà bissato anche l’anno successivo. A livello europeo, Parma Basbell ha vinto la Coppa dei Campioni nel 1977, prima di una lunga serieNel 1988 arriva la nona Coppa dei Campioni, tutte vinte tra il 1977 e il 1988, periodo in cui la formazione ducale ha dominato il baseball europeo. La vittoria della Coppa dei Campioni 2021 segna un altro momento glorioso per la squadra.

Attestati di civica benemerenza

Centro Antiviolenza Parma

Il Centro Antiviolenza è un’associazione di volontariato, fondata nel 1985 e divenuta operativa nel 1991, gestita da volontarie e operatrici per aiutare e supportare, in forma completamente anonima, ogni donna che subisca violenza, fisica, psicologica, economica e sessuale, attraverso una rete di servizi che comprendono supporto e consulenza legale e psicologica, sostegno all’inserimento lavorativo e case di rifugio e accoglienza: un progetto comune di donne per le donne finalizzato a produrre libertà e autonomia femminile.

Carmine Giovanni Del Rossi

Carmine Del Rossi è il medico dei bambini di Parma. Dal 1978 è attivo presso la chirurgia pediatrica del Maggiore e da quasi vent’anni ne è il Direttore. Una lunga professionalità dimostrata in uno dei reparti più delicati dell’Ospedale e negli oltre 10.000 interventi effettuati. Dal 1991 organizza missioni di Chirurgia Pediatrica in Paesi in via di Sviluppo. Un’attività che ha coinvolto medici ed anestesisti provenienti da tutta Italia e si è diretta verso un piccolo ospedale del Bangladesh retto da Croce Rossa e Missionari Saveriani, ma anche in Iraq e Nicaragua. Carmine Del Rossi è inoltre tra i fondatori dell’associazione onlus parmigiana “Operareper” la cui missione è quella di effettuare sul campo operazioni chirurgiche in Paesi in cui la Chirurgia Pediatrica non è ancora sviluppata ed intervenire su bambini e bambine affetti da malformazioni congenite che impediscono una normale vita di relazione, ma anche per aiutare gli operatori locali ad acquisire nuove conoscenze. Dal maggio 2021 lavora in un ospedale di chirurgia pediatrica ad Entebbe in Uganda, ospedale di Emergency, dove viene insegnata la chirurgia pediatrica a giovani chirurghi ugandesi.

Lenz Fondazione

La Fondazione, nata nel 2014, ha raccolto l’eredità storica dalle Associazioni Culturali Lenz Rifrazioni e Natura Dèi Teatri, proseguendo con identico rigore l’azione di ricerca artistica, creazione, formazione, ospitalità internazionale nell’ambito delle performing arts, attraverso una ampia progettualità artistica, culturale e scientifica. Ne sono un tratto distintivo i progetti di creazioni performative e visuali contemporanee e di coproduzioni musicali e teatrali, realizzate in collaborazione con istituzioni territoriali, nazionali ed internazionali, oltre che di pratiche laboratoriali integrate rivolte a persone con disabilità psichica, intellettiva, sensoriale. Svolge la propria attività in un edificio industriale della periferia storica di Parma. La progettualità portata avanti dai direttori artistici Maria Federica Maestri e Francesco Pititto e dal presidente onorario Rocco Caccavari, recentemente scomparso, è caratterizzata dalla poliedricità e apertura verso tutte le forme di sperimentazione artistica-teatrale, con una continua ricerca sul linguaggio contemporaneo e un intenso lavoro svolto su più piani.

Raimondo Meli Lupi di Soragna

Di una casata nata da un longobardo e una Pallavicino che ha tracciato la storia del parmense, Raimondo Meli Lupi di Soragna è un feudatario contemporaneo che guarda ai suoi possedimenti come luoghi della comunità di cui si sente parte, impegnato da sempre nelle iniziative benefiche e nel sostegno ai talenti musicali. E’ un personaggio che si distingue per le doti umane e filantropiche nella vivace frazione di Vigatto: potente per empatia, per generosità e per visione. Villa Meli Lupi è teatro di feste di paese e sede di premi e manifestazioni sempre aperte a tutti. Dieci anni fa, nel solco tracciato dal nonno Antonio, la donazione di un primo terreno affinchè la scuola non lasciasse Vigatto e si potesse edificare una nuova e moderna primaria. Lo sguardo verso il futuro di Raimondo Meli Lupi non è mancato neanche nel 2018 con la donazione di ulteriori 9 mila metri quadri che hanno portato alla realizzazione del nuovo Parco pubblico che sorge accanto alla sua villa e oggi fruibile dalla comunità. Un’opera desiderata fortemente dalle famiglie di Vigatto. 

Zacmi – Zanichelli Meccanica

Zanichelli Meccanica è stata fondata nel 1954 ed è leader nella produzione nella costruzione di linee di riempimento e chiusura e di impianti di processo per l’industria alimentare con caratteristiche altamente all’avanguardia. Opera da oltre sessant’anni attraverso un processo continuo di innovazione e di sviluppo, con grande attenzione al territorio e alla tutela dell’ambiente attraverso la prevenzione dell’inquinamento in ambito produttivo, l’impiego razionale e efficiente dell’energia e delle materie prime, favorendo la riduzione dei rifiuti. Nel corso degli anni si è inoltre impegnata in molte attività per la comunità, in particolare dedicate ai giovani collaborando e sostenendo gli istituti scolastici.

Intecral Parma

Con il motto “sentirsi parte della comunità è un dono” Intercral, il pilastro del volontariato parmigiano, può contare su 10.000 iscritti di tutte le età e promuove assistenza, in campo medico e familiare, momenti ricreativi, pratica sportiva, viaggi e occasioni culturali. A questo si affianca l’importante servizio di trasporto gratuito per chi ha bisogno di cure, in particolare per le categorie fragili. Punto di riferimento per le istituzioni, grazie ad una rete che attraversa e sostiene il territorio, Intercral Parma è una realtà radicata ed attiva, tanto da aver compiuto l’impresa di autofinanziare una nuova sede di 900 metri in via Sartori. Più che una sede è una Casa del quartiere, cresciuta con il contributo di tutti dove vengono ospitate varie iniziative, viene dato sostengo alle persone fragili, con il coinvolgimento delle realtà associative. Se il territorio esprime dei bisogni, Intercral, ispirata dai valori di altruismo e solidarietà, è l’incubatore dove crescono le risposte concrete per soddisfarli. Intercral raccoglie servizi ed energie di oltre 60 associazioni che agiscono e hanno a cuore l’intero territorio di Parma.

Agugiaro & Figna Molini

Agugiaro & Figna Molini nasce dall’incontro di due storiche famiglie dell’arte molitoria: il Molino Agugiaro fondato nel 1831 a Curtarolo (PD) e il Molino Figna fondato nel 1874 a Valera (PR). Il primo realizza già negli anni 90 del XX secolo un moderno impianto molitorio dedicato alla produzione di semilavorati. Mentre nel 1985 Alberto Figna fonda la I.T.G (Italiana Trasporti su Gomma S.r.L), e nel 1997 acquisisce la Molini Fagioli di Perugia. Nel 2003 viene attuato il progetto di aggregazione industriale tra le due storiche famiglie di mugnai attraverso la costituzione di una nuova società, l’Agugiaro & Figna molini s.p.a. Ed è oggi gruppo leader italiano per la macinazione del grano tenero, con stabilimenti a Collecchio (PR), Curtarolo (PD), Magione (PG).

Nel 2021 l’azienda, che fa parte del consorzio forestale KilometroVerdeParma, ha messo a dimora un bosco di 18 mila alberi situato a fianco dello stabilimento di Collecchio denominato il “Bosco del Molino”.  

Menzione Speciale

Ivo Ferraguti

C’era una volta una grotta in Oltretorrente: un anfratto conosciuto da docenti universitari, ricercatori e storici di tutto il mondo. Una grotta che è diventata, in trent’anni, un sentiero nei borghi, con file di libri e collezioni di riviste rare. Cantine, stanze e corridoi stratificati di carta hanno fatto di Ivo Ferraguti uno dei più grandi collezionisti-venditori di riviste italiani. Il suo rifugio, post pensione, sotto il motto “Le cose semplici vanno lontano” è diventato un mito recente d’Oltretorrente. Grazie al tam tam della rete il suo lascito, la donazione di questo patrimonio, quel sottoterra di vere e proprie macchine del tempo arriverà a nuove biblioteche, centri studi, e un patrimonio rilevante di riviste alla Colombi Guidotti di Vicolo Santa Maria. Come nelle favole le sue pagine andranno anche ad un castello: in quello di Macchiagodena, Isernia, che avrà una biblioteca, grazie a Ferraguti.

Comitato Rione Colombo

Il Comitato Rione Colombo opera dal 1979 sul territorio del Quartiere Colombo, nella zona di via Benedetta. Il Comitato ha come obiettivo la rilevazione, analisi ed approfondimento di problematiche ed esigenze del territorio; la segnalazione agli organi competenti delle criticità riscontrate sul territorio stesso. Si occupa anche dell’organizzazione di incontri ed assemblee su tematiche care ai cittadini per sollecitare la partecipazione popolare e l’impegno civile e sociale degli stessi, nell’ambito della propria comunità. Promuove, in collaborazione con altri gruppi di volontariato del territorio, attività di socializzazione come feste e manifestazioni socio ricreative a favore della comunità, al fine di creare un tessuto sociale più accogliente e solidale.

Azienda Agraria Sperimentale Stuard

Podere Stuard è un’azienda agricola biologica che unisce il patrimonio di conoscenza e di biodiversità dell’agricoltura tradizionale e le potenzialità delle nuove tecnologie e della ricerca scientifica. L’azienda si occupa di recupero e mantenimento della biodiversità locale cerealicola e orticola, di attività divulgativa e, da più di trent’anni, di sperimentazione agraria per le produzioni vegetali, in particolare per quanto riguarda il pomodoro da industria, coltura per la quale Podere Stuard costituisce un riferimento a livello nazionale.

© riproduzione riservata