Sfida al Vigorito col tridente Gervinho, Pellè e Mihaila? La ricetta per battere il Benevento
Credits Photo Parma Calcio

Un tridente inedito che potrebbe vedersi per la prima volta al Vigorito nella sfida del sabato di Pasqua contro il Benevento. Prende forma l’idea di schierare dall’inizio i tre giocatori che hanno le carte in regola per mettere in difficoltà la difesa di Inzaghi. Un match troppo importante per il Parma e una formazione da azzeccare per mettere sotto pressione gli avversari già dai primi minuti di gioco. Serve una vittoria per tentare la rincorsa salvezza e il tridente mix esperienza e velocità è pronto per colpire il Benevento.

Perché Gervinho? Perché il giocatore ivoriano è rientrato in anticipo dagli impegni con la nazionale, allenandosi in gruppo dopo aver smaltito l’infortunio. Non ha certo i 90′ nelle gambe ma Gervinho può colpire in velocità la difesa del Benevento e le sue accelerazioni sono mancate al Parma in questo campionato.

Perché Pelle? La rovesciata col Genoa e le ottime prestazioni confermano che al Parma serve un centravanti di ruolo, abile a giocare per la squadra e di finalizzare le occasioni da gol che gli capitano tra i piedi. Pellè ora è l’attaccante insostituibile, a maggior ragione dopo gli acciacchi di Cornelius, Inglese e Zirkzee.

Perché Mihaila? È il giocatore piú in forma dell’attacco crociato. Dopo lo splendido gol in nazionale Mihaila non vuole più fermarsi. Nelle ultime dieci partite servono le qualità dell’esterno rumeno per segnare gol pesanti in chiave salvezza.

© riproduzione riservata