Ieri i militari Comando Stazione di Sorbolo, unitamente a personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro e dell’Ufficio Tecnico del Comune di Sorbolo Mezzani, hanno effettuato accertamenti, finalizzati a prevenire e reprimere i fenomeni dello sfruttamento del lavoro e di quello sommerso, nei luoghi di lavoro. I controlli hanno interessato principalmente una azienda di confezioni e accessoristica per donna, i cui proprietari sono di origine cinese. A carico dei responsabili, che già in passato erano stati oggetto di verifiche da parte dei militari, sono state elevate sanzioni amministrative per oltre 2.500 euro poiché veniva riscontrata la presenza di un lavoratore senza regolare contratto. I carabinieri hanno provveduto pertanto a sospendere l’attività imprenditoriale, dandone comunicazione all’Autorità amministrativa e giudiziaria competente.