Nuovo Stadio Tardini: il progetto va avanti, ora è di interesse pubblico

Una città che guardi allo sport e allo spettacolo come opportunità di ricchezza e proiezione nazionale, così come è nella tradizione di Parma. Questa la visione della coalizione di centrosinistra a sostegno di Michele Guerra Sindaco in vista delle elezioni amministrative del 12 giugno. “Parma è in una posizione strategica non solo per la sua importantissima industria manifatturiera, alimentare e farmaceutica, ma anche per i grandi eventi dello spettacolo e dello sport. La nostra città fa da crocevia tra tanti centri importanti, è facilmente raggiungibile anche da un pubblico internazionale, e deve godere degli spazi e delle strutture utili per realizzare davvero e finalmente questa visione“, ha dichiarato il candidato Michele Guerra.

Non solo la riqualificazione del Palasport, dunque, con una rinnovata possibilità di ospitare eventi sportivi e concerti indoor e una capienza di almeno 4000 spettatori, per cui sono stati già previsti all’interno del bilancio comunale 5 milioni di euro a cui andranno aggiunti altri 4 milioni che arriveranno con il PNRR. Sarà anche l’occasione di mettere a sistema tutti gli impianti sportivi presenti nel contesto urbano, grazie ad un ridisegno partecipato dello spazio pubblico circostante. “Sullo Stadio Tardini riteniamo che la ristrutturazione sia un’opportunità per lo sport cittadino e per la squadra che porta i nostri colori. Il progetto presentato dovrà essere rivisto in modo approfondito per superarne le criticità emerse e fare in modo che diventi una opportunità per il quartiere e il suo contesto, anche mediante un percorso di condivisione con la città. Esistono strumenti di informazione e discussione come il Dibattito Pubblico: perché non farlo per lo stadio e anche per tante diverse nuove opere della città?“, propone infine Guerra.

© riproduzione riservata