È possibile costruire una storia partecipata, una visione conviviale e “simpatica” della memoria individuale e collettiva, che accompagni una comunità a comprendere l’importanza del passato per il presente? Come è possibile declinare la Public History affinché non resti esercizio accademico, ma divenga vissuto sociale nella scuola, nei quartieri e sul territorio? Che ruolo hanno le istituzioni in questo processo? La difesa dei luoghi riuscirà a creare una rete di soggetti impegnati in questa direzione?

Di questo parlerà il prossimo e quinto appuntamento della rassegna Fuori dal Comune organizzata da Parma Città Pubblica APS. L’incontro dal titolo “Tutta un’altra storia: costruire una storia partecipata dalla memoria individuale e collettiva” è per martedì 30 maggio alle ore 18.00 presso la Sala dell’Assistenza Pubblica, in via Gorizia. Per cercare di rispondere a queste domande saranno presenti Franca Manzini, storica e archivista, e Gianluca Bottazzi, storico e archeologo.

I due storici dialogheranno con la professoressa Lucia Miodini, membro del Direttivo dell’associazione Italiana Public History, e con due realtà della nostra città che ne fanno pratica vissuta: Marta Corradi della Piccola biblioteca sociale del Montanara (Libri viventi: la storia siamo noi), e Lucilla Delpogetto, Gruppo Storia dell’Associazione Amici della Biblioteca San Leonardo (Progetto di un Archivio partecipato del Quartiere San Leonardo). Al termine delle relazioni degli ospiti, saranno graditi contributi ed interventi dal pubblico.