La lista civica “Adesso per Torrile” diventa “Prati Nuovi” e si candida alle prossime amministrative

Terza lista a Torrile per le prossime elezioni comunali che si terranno a maggio: scende in campo Alessandro Rossi, con il Movimento Civico “Prati Nuovi“, nato da “Adesso per Torrile”. La volontà del movimento è quella di coinvolgere tutti i cittadini e riunire uomini e donne con esperienze, culture e sensibilità diverse che si riconoscono insieme in politiche riformiste, democratiche, liberali e che rispettano i valori di uguaglianza, famiglia e condivisione.

Rossi, candidato sindaco impegnato ora nella formazione della sua squadra di civici, dichiara che si impegnerà ad interpretare quel ruolo innovativo di collante con la società civile, che ha esercitato quotidianamente negli ultimi 5 anni all’opposizione, con l’obiettivo unico di traghettare in questa nuova esperienza di governo comunale i principi di onestà e trasparenza. “Siamo pronti ad apportare un cambiamento significativo rispetto ad un modo di amministrare poco convincente ed a tratti autoreferenziale, che ha condotto l’intero comune di Torrile lontano dalle sue reali esigenze: le attività svolte dalle forze di maggioranza hanno mal interpretato i bisogni del territorio.

Fiera Millenaria di San Terenziano: a Isola di Compiano tornano festa e tradizione

Rossi pone civicità e democrazia al centro del suo operare, e del suo modo di costruire la squadra di governo: “Il nostro progetto ha l’ambizione di migliorare la qualità della nostra democrazia attraverso l’alternanza, creando un’istituzione comunale che risponda alle necessità di tutti i suoi cittadini, per far fronte alle questioni che spaziano dalla crisi economica al mondo del lavoro, dai problemi della sicurezza al degrado e alla gestione del territorio“. L’implementazione di servizi socio assistenziali mirati alla cura del benessere e della persona, con un riguardo particolare rivolto agli anziani e alle fasce deboli, sarà infatti un altro punto cardine del programma che verrà esposto il 7 maggio nel corso della presentazione. “Questo comune va rispettato nella terra, nell’aria e nelle acque attuando delle politiche che stimolino le persone ad amare, sostenere e sviluppare la nostra comunità“, conclude Rossi.