Ritorna il fenomeno delle truffe on line. Dopo quella sventata, pochi giorni fa, dai carabinieri della Stazione di San Secondo Parmense che con tempestività hanno bloccato la somma di dieci mila euro che ignoti, erano riusciti ad impossessarsi con una serie di messaggi sul cellulare della vittima, facendosi passare per dipendenti delle Poste Italiane, sono stati denunciati sette presunti truffatori che in tre diverse truffe on line si sono impossessati di oltre 20 mila euro. Le denunce, presentate dalle vittime alle Stazioni di Sala Baganza, Monticelli Terme e Parma Centro hanno consentito ai militari di avviare le attività d’indagine. 

I militari della Stazione di Sala Baganza hanno denunciato un 20enne, residente in Provincia di Napoli, ed un 24enne di origine marocchina che, facendosi passare per dipendenti della banca, dove la vittima ha il conto, sono riusciti a farsi effettuare due bonifici per l’importo di quasi 20 mila euro. L’altra scoperta è dei carabinieri di Monticelli Terme che hanno individuato gli autori della truffa della “polizza assicurativa”. I due, un 20enne ed un 29enne, residenti in Provincia di Caserta hanno convinto un 60enne ad acquistare tramite i canali online una polizza assicurativa, al costo di quasi 150 euro, risultata falsa. Gli ultimi autori identificati sono tre campani, due 50enni ed un 38enne. I tre hanno contatto la vittima, fingendosi interessati all’acquisto di un orologio messo in vendita su un sito e-commerce, per avere informazioni e concordare il pagamento. Con la scusa di volerlo effettuare subito hanno convinto la venditrice a raggiungere uno sportello ATM ed a seguire le istruzioni. Dopo una serie di passaggi la vittima si è accorta di aver effettuato un pagamento di quasi 1300 euro invece di ricevere la somma di 250 euro.

© riproduzione riservata