Un anno senza Oktoberfest: cosa c’è da sapere sulla famosa festa tedesca

Quest’anno non si terrà la 187esima edizione dell’Oktoberfest, una delle feste più famose a livello globale. Dovrà, infatti, passare il testimone e adeguarsi alle misure contro la proliferazione della pandemia. Anche la nota festa tedesca della birra si unisce quindi all’elenco dei tanti eventi annullati per via dell’emergenza sanitaria, una notizia che di certo non fa piacere ai tanti fan dell’iniziativa. Si parla di una celebrazione che ogni anno accoglie milioni di visitatori provenienti da tutto il mondo. Non a caso compare ai primi posti nella classifica di cosa vedere in Germania stilata da Babbel, a conferma della grande valenza culturale di questa iniziativa non solo per il popolo tedesco ma addirittura a livello globale, come testimoniano le tante feste sorelle celebrate nel resto del mondo. In attesa del suo grande ritorno, vediamo qualche curiosità sulla festa bavarese per eccellenza. 

I numeri da capogiro dell’Oktoberfest

Quando si parla di Oktoberfest, si chiama in causa una festa nazionale che ha pochissimi eguali nel mondo e che riesce ad attirare ogni anno tantissimi visitatori. Il record attuale è di 7,1 milioni di avventori nel 1985, mentre il picco più basso in anni recenti risale al 2016, quando non si superarono i 5,6 milioni di visitatori a causa delle paure legate agli attacchi terroristici. Da record anche le dimensioni dello spazio occupato dai vari stand, considerando che il sito si estende addirittura per quasi 35 ettari di terreno. Per quanto concerne l’affluenza giornaliera, anche qui si registrano dati impressionanti, con un picco di circa 400 mila visitatori. Quanto vale questa festa? Tanto, anzi tantissimo. Il valore dell’Oktoberfest viene infatti stimato in una cifra superiore al miliardo di euro e non dimentichiamoci delle opportunità lavorative, dato che vengono impiegate per l’occasione circa 13 mila persone ogni anno.

Le origini della festa della birra tedesca

La nascita della festa in questione risale al 12 ottobre 1810, quando venne inaugurata per celebrare le nozze del principe Ludwig e della principessa Therese. Per l’occasione venne organizzata una corsa di cavalli cinque giorni dopo e il successo fu tale che si decise di replicarla anche l’anno successivo e quelli a venire. Chiaramente, con il passare del tempo, la “festa di ottobre” venne slegata dal matrimonio di Ludwig e Therese, diventando una fiera a tutti gli effetti, a base di cibo tipico, vino e ovviamente birra. La prima vera edizione dell’Oktoberfest moderno si tenne nel 1880, con l’aggiunta di un particolare nel 1950, che ancora oggi ritroviamo: la festa, infatti, viene sempre inaugurata dal sindaco di Monaco e dalla spillatura della prima birra dell’evento.

L’Oktoberfest nel resto del mondo

L’Oktoberfest non è una semplice festa bavarese, ma un evento con una risonanza di portata mondiale, tanto che viene replicata in altre città della Germania e non solo. Nella lista troviamo ad esempio Blumenau, Stoccarda, Cincinnati, Windhoek, Hong Kong e Villa General Belgrano. Naturalmente quasi tutti gli stati europei festeggiano questo evento, organizzando a loro volta fiere sparse in varie città e i centri italiani non fanno di certo eccezione. Nella classifica delle più importanti feste sorelle di quella di Monaco di Baviera, c’è sicuramente l’Oktoberfest organizzato dalle città gemelle di Kitchener-Waterloo in Ontario (Canada). Certo, i numeri sono molto più bassi rispetto al principale evento di Monaco, ma sono comunque impressionanti: ogni anno, infatti, le città gemelle ospitano per l’occasione circa 700 mila partecipanti, durante la 9 giorni di festeggiamenti, che include anche il giorno del ringraziamento canadese. A pari merito si trova l’Oktoberfest brasiliano che si tiene nella città di origine germanica Blumenau, dove ad oggi accorrono tra i 600 e i 700 mila visitatori. Subito dopo si trovano gli Stati Uniti, paese in cui i tedeschi costituiscono il primo gruppo etnico, con l’Oktoberfest Zinzinnati, che richiama ogni anno a Cincinnati circa 500 mila partecipanti. Ma l’elenco potrebbe proseguire molto oltre, considerando che la festa bavarese della birra è conosciuta e viene festeggiata quasi ovunque nel mondo.

© riproduzione riservata