Attesa nei i prossimi giorni la distribuzione delle deleghe

Tutto pronto per le nomine in Unione Valli Taro e Ceno: il neopresidente e Francesco Mariani svela le carte e i primi obiettivi in conferenza stampa. Nella giornata di ieri, infatti, si è tenuta in Palazzo Tardiani a Borgo Val di Taro l’incontro con i sindaci del territorio di Val Taro e Val Ceno, primi cittadini membri dell’Unione al giro di boa dopo i primi cinque anni di governo.

Principale obiettivo dell’incontro presentare la nuova giunta dell’Unione: presenti il presidente e sindaco di Compiano Francesco Mariani, il vicepresidente e sindaco di Varsi Angelo Peracchi, il sindaco di Borgotaro e presidente di Provincia Diego Rossi, il sindaco di Bedonia Gianpaolo Serpagli e il sindaco di Pellegrino Parmense Luca Graffi. Assenti all’incontro il sindaco di Tornolo Renzo Lusardi e il sindaco di Bore Diego Giusti.

Scopo di questo incontro è presentare al territorio la nuova giunta dell’Unione – ha spiegato il presidente Mariani – compagine, come sapete, appena eletta nello scorso consiglio del 30 luglio.   Nel nostro documento programmatico abbiamo evidenziato alcuni punti che qui vorrei sinteticamente riprendere: prima di tutto il grande tema del riordino territoriale, al quale non può che seguire un preciso piano di sviluppo come approvato il nove aprile dalla precedente giunta”. Quella descritta dalla giunta Mariani è “una nuova fase di governo del territorio, amministrazione che – ha continuato – speriamo si configuri quale svolta dell’Unione nel suo complesso, attraverso prima di tutto il lavoro congiunto dei suoi membri, nessuno escluso”.

Tema di rilevante importanza quello che riguarda l’allargamento della membership istituzionale: “Crediamo sia indispensabile ampliare il dialogo con i comuni del territorio che ad oggi non rientrano nell’Unione: il mio impegno e l’impegno della giunta tutta riguarderà nelle prossime settimane proprio l’incontro di queste realtà, perché solo attraverso la collaborazione fattiva con tutti si può lavorare con concretezza per la realizzazione di obiettivi comuni”, ha spiegato il presidente Mariani.

Ultima nota del sindaco di Compiano quella relativa alla rotazione al vertine dell’Unione Taro e Ceno: “Credo indispensabile anche ragionare su una eventuale rotazione al vertice di questa istituzione, come incentivo a lavorare insieme e ad accrescere il coinvolgimento di tutti nella realtà dell’Unione”.

Linea nella sostanza condivisa anche dal vicepresidente e sindaco di Varsi Angelo Peracchi: “Il presidente Mariani ha illustrato bene il progetto per il nostro futuro e anch’io credo davvero indispensabile far convergere atri comuni della valceno in Unione – ha spiegato Peracchi- Prima di tutto per raggiungere risultati sul tema dei servizi, dove la vallata in cui vivo risultato carente e sicuramente bisognosa di un supporto. Solo attraverso la cooperazione dei comuni si può lavorare in una direzione di una crescita che il nostro territorio invoca a gran voce”.

© riproduzione riservata