L’Abbazia di ValSerena, ma anche l’argine del Parma e le piccole vie di campagna sono solo alcuni dei protagonisti dei tragitti dell’Urban Trail Parma “Cammino delle 7 Chiese” che porta i parmigiani alla riscoperta dei quartieri San Leonardo, Moletolo e San Martino. L’idea nasce dell’Associazione Sportiva Dilettantistica “Spirito Tarsogno” e dal gruppo di cittadini “Manifesto per San Leonardo” e si sviluppa anche in una collaborazione con Anmic Parma. L’obiettivo è quello di proporre – con una mappatura scaricabile dal sito internet e dalla pagina Facebook – percorsi nella zona nord della città, fruibili anche dalle persone diversamente abili.

Alla base dell’Urban Trail Parma c’è la volontà di valorizzare e fare scoprire i quartieri San Leonardo, Cortile San Martino e l’area Spip. Tutte zone che risultano “compatte”: dominate dal cemento e dall’asfalto, grandi parcheggi e tante auto. Strade trafficate, tetti di capannoni artigianali ed industriali spesso brutti e poco sostenibili, danno la sensazione di soffocamento. Un’impressione che spesso non consente di cogliere anche le tante bellezze comunque presenti, come il torrente Parma con la sua biodiversità, la campagna con i suoi colori stagionali, le nebbie, la vista delle Alpi in un giorno limpido, il sole che sorge sulla pianura ad Est e tramonta sugli Appennini ad Ovest. Niente di meglio, allora, di una camminata lungo l’argine del torrente, per le piccole vie di campagna, osservando la natura, elevando gli occhi sui tanti campanili che segnano queste terre, fin oltre ad incontrare le nuove “cattedrali” dell’industria e del commercio, con le domande sul senso e sulla dignità del lavoro che portano con sé.

In questo periodo storico – spiegano gli organizzatori – dove la velocità dell’informazione, della produzione, della rapidità delle risposte, si è scontrata frontalmente con un virus che ci ha costretti ad una brusca frenata, se non ad un arresto definitivo, ci pare importante recuperare il senso della vita, il saper gioire delle cose di valore che abbiamo intorno a noi. La storia del territorio ci ha lasciato molte testimonianze della presenza religiosa e spirituale: le tante chiesette, la famosa Abbazia di Valserena, il caratteristico Oratorio della Concezione di Maria Vergine, fino ad arrivare alla centralissima Chiesa di San Leonardo. Presenze che ai nostri occhi vogliono rappresentare un abbraccio virtuale ai nostri quartieri ed alla nostra città. Questo “cammino lento” consentirà di riflettere sempre più sulla ormai improrogabile necessità di una conversione integrale che renda il territorio più vivibile“.

La condivisione sui social

Tutti i tragitti, a causa delle limitazioni causate dalla pandemia di Covid-19, sono da effettuare in autonomia, nel rispetto delle vigenti normative in termini di sicurezza sanitaria e chiaramente del codice della strada. Ciascun partecipante potrà testimoniare l’esperienza sui social network come Facebook ed Instagram pubblicando le proprie foto realizzate durante il percorso, utilizzando l’hashtag #urbantrailparma #camminodelle7chiese.

Le foto potranno essere eventualmente inviate tramite email all’indirizzo urbantrailparma7chiese@gmail.com (l’invio delle foto equivale ad autorizzazione alla divulgazione). Le immagini, saranno pubblicate sulle pagine Facebook – Urban Trail Parma / Cammino delle 7 Chiese – e – Spirito Tarsogno – Cento Croci Trail – ed una galleria di immagini pervenute verrà pubblicata anche sul sito www.spiritotarsognotrail.com. Attraverso email e la pagina Facebook le persone potranno interagire anche raccontando la loro esperienza e segnalare eventuali problematiche e/o proposte.

L’iniziativa è patrocinata da CittaLab, Anmic, Metronotte, Zebre Rugby Club, Student’s Hostel Parma; in collaborazione la Nuova Parrocchia Beata Maria Adorni e la Nuova Parrocchia Beato Cardinal Ferrari.

© riproduzione riservata